Macchine impastatrici professionali, come scegliere?

Macchine impastatrici professionali, come scegliere?

Come la giusta impastatrice può migliorare il tuo lievitato

Nell’ambito di settori come pasticceria, panetteria e ristorazione, l’importanza della scelta di attrezzature professionali è di fondamentale importanza ai fini del tipo di attività e del risultato che si vuole ottenere.

In particolar modo, panifici, pizzerie e pasticcerie devono tener conto che alla voce “spese” va sicuramente preventivato l’acquisto di una o più impastatrici professionali, sia per migliorare l’organizzazione del lavoro ma anche per una buona qualità del prodotto finito, che sia pane, pizza o paste.

Nel caso delle pizzerie va ricordato che esistono diverse tipologie di impastatrici per venire incontro alle varie modalità con cui viene amalgamato l’impasto.
Infatti la lievitazione dell’impasto è influenzata non solo da fattori biologici ma anche fisici, per cui la lievitazione naturale è sempre successiva ad una lievitazione dovuta all’azione fisica, che consiste nell’aumentare il volume dell’impasto incorporando in esso dell’aria.

Una volta la lavorazione degli impasti era tutta sapientemente fatta a mano, vuoi perché c’era più tempo o perché non c’erano i volumi di produzione di oggi, ma anche perché non esistevano macchinari adatti, come appunto le impastatrici professionali.

Come spiegatoci anche da Logiudice Forni, azienda specializzata nella produzione di macchinari professionali per pasticcerie e pizzerie, oggi esistono impastatrici di tutti i tipi, da quelle planetarie sia per uso casalingo che professionale ad impastatrici a spirale professionali, utili alla preparazione di impasti sia salati che dolci.

Oggi la richiesta di varietà sempre diversi di impasti, con tipologie di farine che vanno da quella classica o senza glutine fino a farine particolari “di una volta”, oppure la classica farina integrale.
Di conseguenza, quando ci sono più tipi di lavorazioni in poco tempo, avere a disposizione una macchina per impastare professionale è alquanto necessario, in modo da riuscire a rispondere alle varie esigenze con un prodotto sempre di alta qualità.

Impastatrice a spirale o planetaria?

Un impastatrice a spirale rispetto alla classica planetaria consente di lavorare con molta più forza l’impasto, ecco perché è da privilegiare qualora si debbano lavorare impasti duri come quelli tipici di pasta, pane e pizza.

Di contro l’impastatrice a spirale, proprio a causa della lavorazione della pasta, tende a riscaldare maggiormente l’impasto rispetto ad una impastatrice planetaria, ma con sapienti accorgimenti si può tranquillamente risolvere questo problema.

Allo stesso tempo però una impastatrice professionale di tipo a spirale assicura all’impasto una buona ossigenazione, ideale quindi per gli impasti lievitati, e questo tipo di impastatrice è anche la soluzione ottimale per lo sviluppo della maglia glutinica perché incorda l’impasto con facilità.

Questo significa che una lavorazione più intensa renderà si la pasta più gommosa, ma donerà ad essa anche più consistenza e resistenza e sopporterà più facilmente tempi di lievitazione molto lunghi.

Impastatrice a spirale: peculiarità ed utilizzo

Abbiamo capito che di solito nel settore della panificazione professionale, cioè in pizzerie, panifici e pasticcerie, si tende ad utilizzare maggiormente una impastatrice a spirale, cioè una macchina professionale più produttiva.
Con una impastatrice a spirale si può impastare qualsiasi tipo di impasto permettendo di ottimizzare i tempi e migliorare la gestione organizzativa interna, soprattutto quando devono essere prodotti impasti in quantità rilevante.

L’impastatrice a spirale è composta principalmente da tre parti:

  • Corpo macchina
  • Vasca in acciaio inox
  • Spirale in acciaio.

Quando l’impastatrice è in funzione la vasca in acciaio ruota su se stessa ed in contemporanea la spirale ruota sul proprio asse, e le due rotazioni combinate lavorano l’impasto stirandolo ed allungandolo.
Per una corretta scelta dell’impastatrice è innanzitutto utile determinare quanto impasto si produrrà giornalmente, e nel caso di una produzione giornaliera elevata è preferibile orientarsi non solo su modelli più grandi ma anche con la vasca ribaltabile per agevolare le lavorazioni successive.

La scelta dei giusti macchinari e attrezzi in una cucina o forno professionali determinano anche la qualità del prodotto finito, per cui è utile informarsi bene, anche presso i singoli fornitori, su quale sia l’impastatrice più adatta alle vostre esigenze.