Come sviluppare una lavanderia condominiale a gettoni

Come sviluppare una lavanderia condominiale a gettoni

Nel corso degli ultimi anni, anche nel nostro paese sta crescendo l’esigenza di realizzare apposite zone condominiali per la lavanderia a gettoni. Si tratta di uno spazio che consente anche di socializzare, concepito non solo per il singolo, ma per interi gruppi di persone. Questa nuova tendenza sempre più diffusa ha assunto la denominazione di cohousing ed è una modalità sociale ed ecosostenibile al tempo stesso.

L’opzione si basa su uno stile di vita improntato alla condivisione, fino a creare apposite aree comuni nelle quali intere famiglie possono condividere. Nella maggior parte dei casi, sono le lavanderie self-service a costituire gli spazi progettati e devono essere in grado di soddisfare le esigenze della comunità, senza rinunciare alla sicurezza. Grazie all’aiuto di una realtà come www.dry-tech.it, ogni operazione può essere facilitata.

Cosa si intende con il termine cohousing?

Il termine cohousing racchiude un nuovo modo per popolare in maniera condivisiva determinati spazi comuni all’interno di uno stabile ben definito. Si tratta di un sistema innovativo, che ha poco a che fare con gli ambienti analoghi tra gli anni ’60 e ’70. Ogni nucleo familiare possiede abitazioni specifiche a parte, unite a spazi adibiti per la condivisione.

Le lavanderie condominiali diventano così aree relax o zone di gioco concepite per bambini, se non addirittura cucine e spazi destinati agli ospiti. Non mancano laboratori per il fai da te o posti nei quali coltivare i propri hobby all’insegna della massima serenità. Una semplice lavanderia si tramuta, quindi, in un luogo nel quale condividere e fare amicizia.

Perché scegliere proprio una lavanderia condominiale

Il sistema collegato alla lavanderia condominiale risulta positivo sotto numerosi aspetti. Tra questi, la sfera ambientale occupa senz’altro un ruolo di primo piano, con la chance di ridurre al minimo consumi ed emissioni. A tutto ciò, tocca aggiungere l’opportunità di riqualificare nuovi spazi e riscoprire la pura felicità di stare insieme. Con tali premesse, l’obiettivo di condividere e partecipare in maniera attiva e consapevole a un progetto interessante diventa un’occasione da cogliere al volo.

Al tempo stesso, i benefici si notano anche dal punto di vista economico, con l’utilizzo di mezzi di trasporto in comune. Sono davvero numerose le ragioni per le quali tali realtà abitative stanno sorgendo e crescendo anche in Italia, con l’uso di condomini solidali ed eco-villaggi. Ad ogni modo, ci si può servire di realtà ibride, ossia condomini nei quali è possibile creare una lavanderia condominiale in uno spazio vuoto. Con una creazione del genere, è possibile risolvere alcuni seri problemi di spazio.

Infatti, ancora oggi, in molte case, è difficile trovare un punto valido per inserire la lavatrice e l’asciugatrice. Inoltre, la soluzione permette di scongiurare i forti rumori provocati dall’utilizzo di elettrodomestici di questo genere. Tramite la realizzazione di una lavanderia condominiale, si può generare un minor impatto ambientale, con l’abbassamento delle spese della bolletta elettrica e la riduzione degli sprechi di acqua e detersivi. Infine, non bisogna dimenticare la prospettiva di costruire un rapporto produttivo tra i vari condomini.

Come progettare al meglio una lavanderia condominiale

Bastano pochi e semplici step per progettare un sistema basato sul cohousing. Si parte da un’analisi attenta degli spazi disponibili e si prosegue con la verifica degli attacchi nei quali allacciare gli elettrodomestici, accertandosi della loro predisposizione e dell’idoneità del locale prescelto. I parametri da calcolare sono molteplici, dall’ampiezza dell’ambiente al contesto abitativo.

In tal caso, è possibile chiedere aiuto a tecnici qualificati ed esperti, in grado di dare una mano notevole in ciascun passaggio per un progetto ben riuscito. Tali figure devono essere idonee nell’installazione di macchinari ben funzionanti e sanno insegnare ai condomini il corretto funzionamento di una lavanderia, in modo di poter usufruire di lavatrici e asciugatrici per un lungo arco di tempo.