Quando la green evolution passa (anche) da casa tua…

Spesso avere un blog significa anche usarlo per faccende personali. Tramite il blog ho trovato e comprato il materasso nuovo per casa, tramite il blog ho contattato diversi artisti per alcuni lavori ecc. In pratica mi capita spesso di ‘usare’ i contatti per faccende personali, spesso mi arrivano comunicati stampa (quelli conla famosa ‘preghera di pubblicazione’) che a volte guardo e a volte salto con lo stesso interesse di un bradico che fa atletica leggera.

Ma pochi giorni fa’ mi casca l’occhio su una ‘roba’ della Vaillant (azienda leader nel settore del riscaldamento e della climatizzazione), quella delle caldaie con il ‘coniglietto’ come la chiamava mamma. Si parla di salvaguardia del pianeta e bla bla bla… la noia insomma, ma poi inconsepolvemente il cervello non si stacca come al solito e continuo a leggere con interesse approfondendo il tutto. L’idea è quella (per nulla sbagliata) di usare i social (che faremmo senza di loro) per cercare di vivere una vita un po’ più green e meno irresponsabile. Certo. Lo so. Ci ho pensato anch’io… ecco un’altra campagna social tutta basata sul nostro senso di colpa verso il pianeta e l’ambiente (come se poi non fosse vero).

Ma c’è un grosso ma. Qui c’è il ma che vale la pena approfondire. Facciamo finta che sia solo una campagna promozionale e che a loro interessi solo vendere (come tutti), che mi costa seguire la loro idea e contribuire a salvare (parolone) il pianeta? Nulla. La verità è che se alla fine seguissimo questo tipo di cose con maggiore interesse, forse davvero avremmo fatto qualcosa di buono per tutti.

L’idea alla base della campagna ‘Green Evolution” è quella di usare i social, dalla quale è ormai impossibile staccarsi, per trasformare ogni “potrei”, “vorrei”, “dovrei” verso l’ambiente, in tante azioni ecosostenibili che possono davvero cambiare il futuro e renderlo più Green.

Il cuore di The Green Evolution è il Chat Bot Gaiafermi! – come non sapete cos’è un Chat Bot? Eppure spesso ci parlate senza saperlo. In pratica sono dei programmi che consentono la conversazione tra roboto e umano su argomenti vari.

In sostanza Gaia è una “personal trainer” eco-sostenibile che attraverso Facebook Messenger, è sempre pronta a coinvolgerci con sfide e consigli che fanno bene a noi e all’ambiente. Avrà il compito di spronarci e stimolarci a diventare più green giorno dopo giorno, con naturalezza, fino a diventare dei veri supereroi dell’eco-sostenibilità, sui social ma soprattutto nella realtà.

E io qui lo ammetto mi ci sono incartato (come si dice a Roma), a me l’idea che qualcuna (anche se finta) mi ricordi di essere meno menfreghista e giocare ad alcune sfide che possano aiutarmi a rispettare l’ambiente l’ho trovata un’idea fantastica. La parte ludica che è in me è partita a razzo e ha subito pensato di stalkerare la povera Gaia con mille domande e richieste, per fortuna che l’interazione è limitata e dunque è lei che mi rompe le scatole se non faccio quello che devo.

Ho iniziato a chattare con Gaia…

Ma Gaia, appena conosciuti e già mi chiedi sfide importanti?

Ma io ho molti dubbi Gaia… quale sono le sfide che mi appartengno di più?

OK! lo ammetto sono partito dalla più facile…

Vi risparmio per decenza il resto della chat, sappiate però che mi sento molto meglio da quando…

Per il resto credo vi sia sufficente comprendere che:

  • A) Malgrado quello che pensavo, NESSUNO vi vende una caldaia… nemmeno Gaia!

  • B) Aiutare il pianeta significa aiutarci tutti e se non lo facciamo a casa nostra non possiamo pretendere che lo facciano gli altri…

  • C) Alcune prove sono facili facili, ma ti senti una merda se non riesci a portarle a termine (anche nel lungo periodo)

La campagna è partita sotto le feste ma io che (come dicevo in precedenza) sono lento di comprendonio l’ho ‘scoperta‘ solo ora… Il che non significa che non si possa fare quattro chiacchiere con Gaia e vedere se magari un riusciamo a fare la differenza anche così (tentar non nuoce).

Se poi volete saperne di più su The Green Evolution c’è anche un video molto ben fatto che che ripercorre i nostri comportamenti attraverso le nostre scelte quotidiane…

 

 

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento