Quel martedì da leoni… alle Marmore

Il fiume rimbomba infrangendosi tra le rocce, le rapide ti avvolgono trasmettendoti la loro energia, il tuo cuore batte forte, ma non c’è il problema di finire in acqua perché tu ci sei già dentro.

Si potrebbe riassumere così l’esperienza (per noi umani) di fare rafting. Immergersi mani e piedi in un paradiso terrestre e scendere lungo il fiume senza paura. Sembra semplice, invece è molto di più. Contro ogni previsione rispetto al mio rapporto con la spericolatezza, qualche giorno fa (martedì 27 Giugno) sono stato al centro rafting Marmore con una banda di disagiati (in senso buono) di cui vi racconter poi, ma sopratutto con mio figlio Fabio che lui di spericalatitudine se ne intende essendo giovane.

Rafting e Hydrospeed

Nemmeno a spiegarlo, queste sono le due attività principali per chi vuole vivere un’esperienza all’insegna dell’adrenalina e a stretto contatto con la natura. In gruppo su un gommone per il rafting sfidando le rapide del fiume Nera. Se l’adrenalina del Rafting non vi basta e volete provare un’esperienza ancora più estrema potrete immergervi nelle acque del fiume ancorati ad un Bob, l’elemento base dell’Hydrospeed. Nella discesa sarete completamente immersi in acqua a stretto contatto con la natura circostante. Detto questo sappiate che per cause di forza maggiore, noi due queste  attività non le abbiamo potute fare (Fabio è troppo minorenne per scendere e sfidare il fiume).

Se vi state chiedendo allora che ci sei andato a fare fino a Terni se poi non sei sceso con il gommone superando le tue paure, le discese ardite e le risalite? Ecco la risposta…

Rafting Soft

Come dicevo prima, quando hai un figlio spericolato ma troppo minorenne da non poter fare il rafting per adulti consenzienti, ecco che ti nascondi dietro a lui e sei ‘costretto‘ a fare il soft. Questo è il resoconto di una discesa padre e figlio (e un mini equipaggio) per nulla estrema, immersa nel verde, senza il rischio di farsi venire un infarto (a me) e con la piacevolezza di scoprire ancora una volta quanto sia bello ristabilire il rapporto con la natura attraverso una semplice gita in gommone. Dopo essere arrivati in zona Ferentillo, ridente borgo di scarsi 2000 abitanti, ci si veste come il buon Maiorca (muta -giacca – scarpe – aiuto al galleggiamento ”salvagente” e casco) e ci si appresta alla discesa. Un’oretta circa di viaggio tra acqua fresca, piante, qualche pesce (che non ho visto) e un figlio che inspiegabilmente prende il comando della ‘nave’ ed ecco che avviene il miracolo: arrivati a destinazione stanchi ma felici e con una forte voglia di tornarci.

Gli Actual

Il web ha recentemente cambiato le sorti della fruizione dei video (e forse della tv stessa) e ha progrssivamente creato nuove star del piccolo e piccolissimo schermo. Con una vera e popria mini invasione sono giunti a noi gli Actual, duo romano formato da Lorenzo Tiberia e Leonardo Bocci, per i pochi che vivono fuori dal raccordo anulare e non li conoscono (davvero esistono?) questo è il loro canale Youtube (fatene buon uso). Insomma, i ragazzi, come si diceva una volta, sono stati chiamati a fare da testimonial (come novelli Pippi Baudi) all’apertura delle attività, ma sopratutto sono stati chiamati a testare le cascate Marmore che faranno da location al prossimo loro video.

Abbiamo scelto questa location perché è un posto fantastico. All’inizio speravamo di rimanere vivi, poi provando e seguendo i consigli della guida, siamo sopravvissuti e ci siamo divertiti da matti. Oggi siamo venuti a testare per il prossimo video”.

Detto questo i giovani sono scesi come provetti olimpionici lungo il fiume saltanto rocce, scogli e torrenti torrentuosi, tornando sani e salvi al centro Marmore. Evviva

Adesso siete curiosi vero? volete provare anche voi il brivido di mettervi alla prova e vivere la natura e la frescura delle Marmore con questo caldo eh… Ricordo allora che il centro Rafting Marmore si trova a solo un’ora da Roma (vicino Terni), precisamente in località Papigno. Arrivarci è facile. Divertirsi pure.

Andate senza timore. 🙂

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento