Diciannove piccoli post (spiegone)

Questo che state leggendo è l’ultimo (il n.19) dei diciannove post del diciannove giugno duemiladiciasette. Parafrasando i poveri piccoli indiani di Agata Christie abbiamo voluto giocare con i numeri, un giochino scemo di quelli che solo sappiamo fare ma che ci serve per rilanciare in maniera adeguata tutti gli argomenti di cui solitamente ci piace parlare. Ci sta tanto design, le consuete free font, i fumetti di Maicol e Mirco e qualcosa legato al food design- Qui di seguito trovate i vari link ai post. Buona lettura.

1) Tanti Buoni motivi per cambiare

E’ ovviamente il primo dei tanti post e altrettanto ovviamente è quello che ci ricorda il cambiamento, tante parole. Nessuna immagine. Non abbiate paura e leggetevi le nostre ragioni.

2) Gin: i cinque migliori design packaGin(g)

Potremmo anche chiamarlo il prontuario alcolico di BloggoGIN. In realtà il Gin è la scusa per poter parlare delle eccellenze del design packaging applicate al mercato degli alcolici. Cinque belle etichette da gustare… ops… da ammirare.

3) Le più belle biblioteche d’Europa

Non si vive di solo divertimento no? Allora eccoci trasportati in un viaggio culturale attraverso le più belle biblioteche d’Europa. Luoghi meravigliosi che non esistono in natura ma che sanno regalarci la magia di un posto unico.

4) L’apertura dell’incredibile Casa Vicens di Gaudì

Tra le tante cose che mi piacerebbe visitare nel mondo, la recente (ri)apertura della Casa Vicens disegnata da Gaudì è sicuramente quella che più mi stimola. Un vero gioiello. Non esistono altre similitudini o sinomini. Guardare (o viaggiare) per credere.

5) Minecraft in real life

Ammetto che quanto ha fatto il dersigner e fotografo Aditya Aryanto è un tantino fuori di testa. Prendere alcune foto di animali e ritoccarle fino a farli sembrare usciti direttamente da Minecraft è un esercizio di stile tanto simpatico quando assurdo. Però vale assolutamente la pena vederli.

6) Kebne. Il fitness esteticamente minimalista

Anche se sono certo che tutte le idee creative possono cogliere i diversi aspetti delle vita, rimango sempre perplesso quando una semplice idea si trasforma in un vantaggio estetico per tutti. Fare ginnastica per credere.

7) L’intervista scarabocchiata da Maicol e Mirco

Capitolo a parte questa intervista che ho tentato di organizzare con due veri talenti del fumetto italiano: Maicol e Mirco. Il risultato mi è tornato indietro tipo boomerang con sorpresa.

8) Bande De Femmes: tremate, le streghe sono tornate.

Tre serate per parlare guardare e discutere di donne, fumetti, arte e libertà… altro che streghe 🙂

9) I loghi ‘sovietici’ su Instagram

Personalmente ritengo che andrebbe fatto un monumento (almeno simbolico) a chiunque si prenda la briga di mettersi li e postare quasi giornalmente su Instagram gli archivi di loghi e affini. Un lavoro incredibile fatto di sapere e cultura. Applausi.

10) I ‘Monumenti’ alfanumerici di Mathieu Bernard-Reymond

Vi ho mai detto che odio profondamente Microsoft Excel? Detto questo figuratevi la mia sorpresa quando ho visto che da numeri, calcoli e grafici si potevano tirare fuori elementi architettonici e svilupparli dentro paesaggi fotografici.

11) Il brunch d’artista del Kinfolk Magazine

Questo lavoro potrebbe risultare il classico compitino da Magazine e invece con mia sorpresa il fotografo ha saputo dare gambe e creatività all’idea di arte/artista e food. Fa quasi venire fame.

12) L’interessante showroom del My Dva Group

Una volta si diceva che ‘bisogna saper vendere’ e credo proprio abbiano pensato a questo quando alla My DVA group hanno pensato al loro showroom.

13) Don’t call us dolls

Se provate ad unire la parola “bambola” con la parola “Russia” nella vostra mente di sicuro troverete una matrioska, ma solo alcuni sanno declinare una tradizione millenaria e trovarle un fascino che dell’originale mantiene la minuziosità dei particolari e la trasforma letteralmente in un oggetto del desiderio. Questo è esattamente quello che sono riuscite a fare la russo-canadese Marina Bychova e le gemelle Katia e Lena Popovy  creando quelle che, senza dubbio, sono le più lussuose e ricercate case di bambola mai esistite.

14) I cactus di alluminio luminoso di Chen Bikovski

La Luce e le ombre. potrebbe essere questo il titolo di questo lampade create da Chen Bikovski, giovane designer che ha applicato la passione per i libri Pop-up al design industriale. Il risultato? Dei cactus che…

15) La artistic bike elettrica disegnata da Pilpeled

Ovvero: come far diventare una bicicletta elettrica (brutta per natura) un pezzo unico disegnato da uno street artist di fama mondiale: Pilpeled e prodotta da una nota azienda di settore…

16) Atome Primitif, all’origine del suono

Non ci occupiamo spesso di musica, ma quando lo facciamo ne siamo convinti. Quando si ascoltano gli Atome Primitif per la prima volta si replica il big bang all’interno delle proprie emozioni, e si fa fatica a credere che una produzione così sofisticata arrivi dallo stesso paese di motivetti ripetitivi e doppi sensi in rima…

17) Free font Gallery (13)

Qui davvero non vi devo spiegare nulla. Una sola parola: scaricare, scaricare, scaricare. Buon download.

18) Le incredibili fotografie aeree di Bernghard Lang

Vedere le cose dall’alto. Un privilegio degli uccelli e dei volatili, ma anche di fotografi creativi che ci regalano intense e geometriche emozioni.

 

Il post numero 19 invece…

 

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento