Breaking News

La vita con Mr Dangerous, la mia vita

Alla scoperta de La vita con Mr Dangerous di Paul Hornschemeier edito Tunuè per la collana Prospero Books

Mentre prendo in mano per la prima volta La vita con Mr Dangerous di Paul Hornschemeier non sono così diversa da Amy, la protagonista del fumetto edito in Italia da Tunuè per la collana Prospero Books. Ho ventotto anni contro i suoi ventisei quasi ventisette, sono anche io alla ricerca di una relazione solida e matura e mi pago l’affitto grazie ad un lavoro comune e poco appagante proprio come lei. Insomma, non mi risulta difficile immedesimarmi nella ragazza e riconoscere nelle sue problematiche, che vanno dal troncamento di relazioni  e semi-relazioni pesanti e distruttive, al mantenimento di un rapporto positivo con la propria madre, fino alla preservazione di un’amicizia a distanza con Michael (che sembra essere l’unica cosa che conti), le problematiche che affiancano me ogni giorno.

mr-dangerous

Non è facile parlare di tutto questo in un fumetto; il rischio di scadere nel patetico e nel ridicolo è alto, così come è altamente probabile dar vita ad una protagonista troppo lagnosa e poco interessante, di quelle che non piacciono e allontano il lettore da quel mondo o/e da quella storia che il fumettista desiderava raccontare. La vita con Mr Dangerous è una lettura che ha l’effetto contrario grazie al modo intelligente in cui Paul Hornschemeir sfrutta le tavole per scandire i ritmi delle sconfitte e delle vittorie quotidiane di Amy con un’ironia pungente e frizzante. 

Se è vero che spesso le donne non raccontano per filo e per segno le loro disavventure più imbarazzanti e altrettanto vero che La vita con Mr Dangerous lo racconta senza discostarsi così tanto dalla realtà. Se il titolo del fumetto fa riferimento a Mr Dangerous, cartone animato preferito da Amy e spettacolo che scandisce le sue giornate, subito mi è sembrato inevitabile pensare a quanto Boris e Friends lo abbiano fatto con le mie nei momenti meno suddisfacenti e più bizzarri della mia vita.

mr-dangerous-1

Alla necessità di raccontare quella componente buffa che contraddistigue il genere femminile si accosta un tratto pulito e morbido, alla Clowes, e una colorazione molto ricercata a scandire essa stessa con pochi tocchi tempo e spazio. Alcuni scaltri stratagemmi presenti nelle singole vignette fanno il resto; dai ballon che tagliano i discorsi delle persone che circondano Amy e l’audio della TV, ai brevi flashback sui precedenti rapporti della ragazza, sempre in azzurro e arancio, ai sogni che richiamano lo stile del cartone Mr Dangerous, ogni piccola libertà che Paul Hornschemeier si prende vivacizza il fumetto e lo rende lettura scorrevole e divertentente.

Insomma, non vi resta che catapultarvi in libreria, sfogliare il cartonato e capire se vi va di voler entrare nella testa (e nella vita) di Amy. Io da par mio non posso che consigliarvi di farlo, l’esperienza è davvero appagante!

mr-dangerous-1

 

Ilaria Mencarelli
Informazioni su Ilaria Mencarelli (397 Articoli)
Classe 1988, marchigiana d’origine e milanese d'adozione, insegue da qualche anno la laurea specialistica in Scienze della Terra a Milano, che la porterà ad essere geologa a tutti gli effetti. Dal 2013 decide che vuole di più e incomincia a scrivere: prima raccontini liberi sul suo blog, poi articoli e recensioni. Ama tutto ciò che è arte e ha un debole per i fumetti.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento