Breaking News

Skateboards Confluence: un giovedì con gli Skaterboys

Galleria Seno ha inaugurato all'Alcatraz la mostra collettiva SkateboardsConfluence

Metti che un giorno piovoso nella grigia Milano si trasformi in un vortice di colori. Metti che questi, impressi nelle tavole da skate, trasformino una struttura come l’Alcatraz in una vera e propria galleria espositiva. Metti che ad affiancare il concorso creativo dedicato al mondo dello skateboarding ci siano gli stessi skaterboarder che, in felpa e cappellino, inizino a fare quello che sanno fare meglio: skateare in pista o in pedana. Metti che quel giorno la sottoscritta, accompagnata da un bel bicchierozzo di birra, abbia deciso di farsi un giro per la Skateboards Confluence per riempirsi gli occhi di quel mondo che conosce ancora poco ma di cui è da sempre affascinata.

Skate 1

Quello che ne è uscito fuori è stata una giornata particolare e immersiva che mi ha permesso di ammirare una mostra espositiva sorpendente, di assistere live alla creazione di tele stilisticamente diversissime e di ascoltare le parole di Fab 5 Freddy, uno di quegli artisti che la corrente del Graffitismo l’ha creata, non ne ha solo fatto parte.

La giornata inaugurale della mostra organizzata da Galleria Seno e sponsorizzata da Tuborg, Monster Energy, Liquitex e Pachyderm si è svolta all’insegna dell’arte e del colore ed è stata in grado di raccontare in maniera vivace e dirompente il mondo e la filosofia dello skaterboarder. Dalle citazioni musicali (“Sex, Coca-Cola, testa vuota”), agli inside joke (lo skate che riflette lo skaterboarder), alle pesche infruttuose (“se l’amo non ha lesca”), alle flessuose e delicate figure femminili in bianco e nero, ai teschi che vomitano colori e agli animali un po’ selvaggi, un po’ antropomorfi ma che sembrano sempre e comuque migliori degli uomini, il mio trottorellare a destra e a manca si è trasformato in una vera e propria ricerca di un filo conduttore che mi permettesse di identificare questi artisti.

IMG_1404

Tutto confluisce lì, nell’amore unico, diverso e speciale che questi esprimono nei confronti della tavola e che rendono l’oggetto unico, diverso e speciale. Quell’amore che, con i giusti strumenti e la sua forza prominente, dà vita a creazioni belle, originali, che hanno un’anima. E che quest’anima la mostrano anche al più impreparato degli impreparati che si trova avvinghiato e vinto dalla filosofia dello skateboarding che riesce ad afferrare grazie all’universalità dell’arte.

Skate 8

 

Ben vengano le mostre. Ben vengano i concorsi che incentivano giovani e creativi (per la cronaca a vincere come miglior tavola tra le 100 in concorso, best trick contest, miglior grafica workshop Tuborg, miglior tela live painting e miglior tavola sponsored Liquitex sono stati  rispettivamente: Elena RedaelliJacopo CarozziIsabella RodriguezTawa Dee e Dario Maggiore). Ben vangano il Graffitismo, l’hip-hop e lo skate. Ben vanga la SkateBoards Confluence!

Ilaria Mencarelli
Informazioni su Ilaria Mencarelli (388 Articoli)
Classe 1988, marchigiana d’origine e milanese d'adozione, insegue da qualche anno la laurea specialistica in Scienze della Terra a Milano, che la porterà ad essere geologa a tutti gli effetti. Dal 2013 decide che vuole di più e incomincia a scrivere: prima raccontini liberi sul suo blog, poi articoli e recensioni. Ama tutto ciò che è arte e ha un debole per i fumetti.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento