Breaking News

(Rece) Ex-Machina: quando l’intelligenza artificiale diventa donna

Poe Dameron e il Generale Hux. Forse i nomi di questi personaggi oggi non vi dicono nulla, ma entro pochi mesi saranno sulla bocca di tutti, così come gli attori che li interpretano: Oscar Isaac e Domhall Gleeson, il primo, attore e cantante guatemalteco ha alle spalle alcuni buoni film con registi importanti (da Soderbergh a Ridley Scott) ma sarà ricordato per gli ultimi due (ad oggi). Il secondo invece, Gleeson, irlandese classe 83, attore molto teatrale arrivato al successo con l’interpretazione di Bill Weasley nell’ultimo (per ora) Harry Potter.

Ex-Machina-Ava-Karl-Simon-1

Ma perchè stiamo parlando di Isaac e Gleeson? Perchè prima di diventare superfamosi il prossimo dicembre con il nuovo episodio della saga di Star Wars (l’atteso settimo episodio), hanno interpretato insieme un film tutto sommato piccolo ma davvero ben fatto: Ex Machina.

Il film che uscirà il prossimo 30 luglio (perchè uscire in estate inoltrata se non decidere scientemente che nessuno lo veda?) ed è diretto da Alex Garland, giovane sceneggiatore e regista in cerca di glora. La storia ci racconta di Caled, giovane impiegato di un potente motore di ricerca, che viene invitato da Nathan, altrettanto giovane genio creatore del motore di ricerca. L’incontro tra i due si svolge nel rifugio zen di Nathan eccentrico miliardaio alla ricerca della creazione della vera intelligenza artificiale. Caled farà quindi la conoscenza di Ava, creatura robotico umanoide dalla spiccata intelligenza artificiale che lui stesso dovrà testare per Nathan.

Da qui prende piede un notevole thriller psicologico basato tutti sui dialoghi tra i tre protagonisti, con dubbi, giochi di parole, luoghi inacessabili, misteriosi cali energetici, una casa tanto tecnologica quanta algida e impersonale. Un piccolo gioiello quindi, che si basa molto su quello che lo stesso spettatore cerca di capire o intuire. Dov’è la verità? chi sta mentendo a chi? cosa nasconde Nathan? perchè Caled è lì?

Ex-Machina-Alex-Garland-Oscar-Isaac

Con estrema semplicità e con una regia asciutta e adeguata alla storia Garland mette in scena un vero e proprio dramma ottocentesco, un scienziato pazzo che esperimento dopo esperimento mette in piedi una creatura tanto robotica quanto umana. Senza picchi assoluti di tensione (se non un paio di scene sopra le righe), la storia vista e rivista dunque? No affatto. Il plot è conosciuto ma la sceneggiatura e il giochino sul detto-non detto rende giustizia al tutto, trasportandoci in un ludico giochino tra i protagonisti.

Il confronto tra le intelligenze dei protagonisti è l’impianto di base di tutto il film. Ma non sottovalutate Ava, interpretato dall’intrigante (e notevole) Alicia Vikander, ex ballerina svedese e il nuovo volto della Maison Francese Louis Vuitton – attualmente fidanzata con Michael Fassbender (e quindi odiatissima da milioni di fans del divo).

Il film è consigliato (con le difficoltà estive), probabilmente non rimmarrà nella storia del cinema, ma sicuramente non vi farà rimpiangere di averlo visto.

Note a margine: Se potete guardatelo in lingua originale – a guardare il trailer il dopiaggio è davvero pessimo – Per quanto il nome richiami una quasi nota serie a fumetti (lo dico per i lettori nerd) non centra assolutamente nulla.

Ex-Machina-1

ex-machina-poster

Ex-Machina

poster

ex-machina-large

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2097 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento