I Know it By Heart – la personale di Tara McPherson a Roma

Siamo alla Dorothy Circus Gallery a Roma e la stanza rossa accoglie l’indiscreta e accesa presenza di donne elettriche, presenze pop, fluo, in un’atmosfera surreale che fonde differenti attitudini creando uno scenario a metà tra L.A. e le sfumature di Saturno. Sono le opere di Tara McPherson e fanno parte di I Know it By Heart: la prima personale italiana dell’artista statunitense inaugurata l’11 giugno scorso e visitabile fino al 23 luglio.

© Dorothy Circus Gallery

Tara McPherson nasce a San Francisco nel 1976 e frequenta l’Art Center College of Design di Pasadena, il suo nome compare su riviste come Vanity Fair, Esquire, Elle e Juxtapoz. E’ famosa per essere una delle artiste più interessanti e inconfondibili nei tratti del movimento Pop Surrealism e tra i suoi lavori ci sono anche numerosi rock posters realizzati per musicisti come Blonde Redhead, Beck e Kraftwerk.

Per l’occasione la galleria espone tra le sue opere 8 inedite prodotte durante la residenza a Roma di Tara più alcuni poster musicali come quelli celebri e quasi esauriti per i Faith no More.

Passeggiando nella red room è difficile non lasciarsi rapire dagli occhi spaziali e pieni di fasci di stelle, le prospettive sono siderali e rosa, splendida la serie eseguita su handmade indian paper o Quantum Dancer; quadro realizzata per ”Scope Miami Art Fair 2014”, dipinto che rappresenta la divinità femminile, simbolo di creazione e distruzione ed eterea, con capelli turchesi e alle sue spalle un cosmo stilizzato e un cuore brillante al centro del petto.

La mostra è gratuita e offre una passeggiata inusuale su pianeti sconosciuti, per qualsiasi informazione visitate il sito ufficiale della galleria o la pagina Facebook.

Silvia Pezzopane

Silvia Pezzopane

Scrittrice freelance e costumista per vocazione, appassionata di cinema, arte, musica. Con una laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo e un paio di sogni nel cassetto, crede irrimediabilmente che la sua vita sia un film..

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento