Breaking News

Siete mai stati a un festival del fumetto? #Arf15

Siete mai stati a un festival del fumetto? Tutti dovrebbero andarci almeno una volta nella vita. La mia prima volta fu nel millenovecentonovanta (1990), dovevo ancora compiere dicianove anni e stavo andando al 18º Salone internazionale dei Comics, del Film d’ animazione e dell’Illustrazione di Lucca. Quell’edizione aveva ben due ospiti ufficiali: Riccardo Mannelli e Sergio Angese. All’epoca sembrava un evento enorme, ma erano gli anni in cui tutto si svolgeva dentro il palazzetto dello sport di Lucca. Tanti stand, tanti editori e tantissimi autori che venivano spontaneamente per parlare, confrontarsi, dialogare e guardarsi intorno su quelle che erano le novità di quel mondo. Proprio quell’anno un giovane Leo Ortolani, dopo aver pubblicato su Comics Art, vinse il premio come miglior sceneggiatore esordiente proprio con Rat-Man.

Era la mia primissima esperienza in un grande evento. Un evento rispetto ad oggi quasi privo di marketing, pubblicità, soldi e grandi sponsor (se non quelli istituzionali). Erano anni bellissimi, dove credo di aver conosciuto di persona molti dei volti che ancora oggi ruotano intorno al “fumettomondo”. Giovani e meno giovani erano tutti lì insieme per passione, in un momento in cui chi faceva o leggeva fumetti era considerato quasi una specie di panda letterario. Estinzione.

Oggi a distanza di venticinque anni il mondo del fumetto è letteralmente esploso (in senso buono). Quel panda aveva la scorza dura e oggi il fumetto ha (quasi) trovato dignità di esistere al pari di un qualsiasi libro di narrativa. Oggi tutti gli autori, le case editrici e gli addetti ai lavori si ritrovano in festival e mostre che spostano centinaia di migliaia di persone, Lucca Comics e Napoli Comicon sono veri e propri eventi che coinvolgono le masse e io mi ritrovo sorprendentemente catapultato dall’altra parte. Dalla parte di chi la Fiera/Mostra/Festival la realizza e la mette in piedi.

Cosa è successo? Circa sei mesi fa, di ritorno in macchina proprio da Lucca Comics, si parlava tra amici e si ragionava e chiacchierava di quanto mancasse e di come sarebbe stato bello avere a Roma un Festival (sul modello di Più libri, più liberi), dove fosse il fumetto al centro dell’attenzione e non il romanzo letterario. In quella macchina si stava gettando il seme.

Anche se ora la cosa vi sembrerà decisamente romanzata, vi posso giurare che è così. Sono cosciente del fatto che fra qualche anno, quel viaggio di ritorno da Lucca diventerà leggenda e non ci crederà più nessuno, ma vi assicuro che è andata davvero così.

Manifesto_ARF_Gipi_01

Quel seme è stato raccolto e oggi si chiama ARF! Festival di fumetto, segni&disegni. Quel seme è cresciuto tanto e prenderà forma, sostanza e vita dal 22 al 24 maggio 2015 (manca pochissimo). Quel seme ha trovato in cinque amici (me incluso) con la voglia di creare qualcosa che davvero a Roma mancava. Un Festival dove il fumetto torna protagonista, che coinvolge centinaia di autori in tantissimi modi diversi (dal disegno agli incontri su più temi), come ad esempio:

ospiti_arf_20151Ecco. Quando scorro questa lista di autori presenti torno a quella Lucca del 1990, quando incontrare tanti autori in un festival era normale (ricordate: due soli ospiti). Era normale sentirli parlare tra di loro lavoro e confrontarsi intorno a un tavolo (o nei corridoi degli stand) per crescere artisticamente. Negli anni, come dicevamo, i grandi festival sono diventati giganteschi contenitori cross-mediatici (parolone) di fumetto, cinema, videogames, cosplayer ecc. e il fumetto (figlio minore) un po’ ne ha sofferto. Ecco, probabilmente la mission di ARF! è proprio dare a quel fumetto la possibilità di confrontarsi senza troppe distrazioni, concetrandosi su le proprie caratteristiche.

Il fumetto torna protagonista (a Roma).

Per questo oltre a chiamare (quasi) tutta l’editoria italiana del fumetto abbiamo messo in piedi un programma interessante e fitto di incontri (senza falsa modestia), che per tutti e tre i giorni (qui i programmi di ven.22sab. 23 e dom. 24) riempirà la sala incontri di appassionati e curiosi. Per questo abbiamo pensato che le mostre dovessero rappresentare lo stato dell’arte oggi (Gipi e Zerocalcare), l’innovazione del fumetto verso altri media (De Cubellis) e la storia del fumetto (Crepax). Per questo abbiamo pensato che ci fosse bisogno di un’area Kids dove far crescere (e divertire) nuovi e futuri lettori.

CaneARF

Lucca, Napoli, Treviso, Perugia, Milano, sono solo alcune delle città dove si svolgono Festival (mostre mercato) ogni anno; Alcuni interessanti, altri meno, alcuni improvvisati, altri meno, ma tutti quanti con un unico comun denomitare: il fumetto. Allora dove sta la differenza con ARF!? La differenza sta che per anni ho vissuto e respirato aria buona, la stessa aria che si respira in due Festival molto simili, ma molto differenti tra loro: Napoli Comicon e Treviso Comic Book Festival. Claudio, Alino, Alpo e Nicola (e tutti i loro staff) mi hanno insegnato molto, mi hanno raccontato molto di loro e di come viene strutturato un evento, spero . Per questo tra le cose buone che stiamo provando a fare c’è stata quella di gemellarci con questi due eventi. Perché in un mondo che vive di concorrenza, noi abbiamo messo in campo l’amicizia e la condivisione di una visione culturale (lo sapevo che prima o poi l’avrei usata questa parola).

Schermata 2015-05-17 alle 08.51.09

Adesso che sapete tutto questo non avete una irrefrenabile voglia di venire a Roma (qui indirizzo) all’ARF!? (biglietti… fate i biglietti…).
Ingresso giornaliero: 6€ (dalle 10.00 alle 20.00)
(L’abbonamento per i tre giorni del Festival sarà disponibile dal 22 Maggio presso la biglietteria dell’ARF! al costo di 12€ )
Ricordate: l’ingresso all’ARF! è gratuito fino ai 12 anni!

Vi aspettiamo.

mostra_gipi_roma-425x600

mostra_zerocalcare_roma-425x600-1

mostra_decubellis_roma-425x600

mostra_valentina_roma-425x600

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2097 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento