Breaking News

Le “Cosmometrie” di Giulio Vesprini

Cosmometrie è la mostra personale di Giulio Vesprini che si è svolta Milano presso Studio D’Ars per il ciclo Parentesi Aperte

A Milano per tutto il mese di Marzo è stato possibile visitare presso Studio D’Ars  Cosmometrie, la mostra personale dell’artista marchigiano Giulio Vesprini . La mostra, che è parte del ciclo Parentesi Aperte, è stata curata da Alessandra Ioalé e si pone lo scopo di mostrare cinque personali espressioni contemporanee passando per il lavoro di CT, 108Aris, Giulio Vesprini Gio Pistone (ora in mostra fino al 28 Aprile).
Vesprini 4
Le opere che Giulio Vesprini ha presentato nella piccola e accogliente galleria si pongono lo scopo di rappresentare un nuovo equilibrio tra uomo e natura in modo da dare la possibilità allo spettatore di soffermarsi sugli elementi naturali che di solito vengono ignorati o dati per scontati. Tale legame è stato rappresentato mediante la fusione di tre differenti approcci di lavorazione, quello del grafico, quello dell’architetto e quello dell’artista, a dar vita allo stile elegante e pregno di significati. Si percepisce immediatamente, infatti, che le opere sono state ideate seguendo un percorso delineato nel corso del tempo, mantenendosi coerenti e concentrandosi su alcuni punti focali, come l’estremo protagonismo delle figure geometriche, l’utilizzo di materiale tipografico e l’uso del rosso come colore principale di stacco.
Vesprini 16
I cerchi sono al contempo una sorta di ingrandimenti al microscopio e una sorta di riproposizione dettagliata di materie prime e di elementi naturali quali legno, terra e foglie, ricreando granulosità, venature e altre caratteristiche strutturali tramite l’uso di diverse tecniche. I vari tasselli intarsiati presenti all’interno delle strutture circolari rappresentano l’estrema precisione della natura che si mantiene simmetrica col tempo e pur crescendo intesse delle morfologie precise, molto vicine alla perfezione. Gli elementi esterni, che superano la superficie del cerchio, divisi tra pennellate informi e schegge allungate, sembrano avere un duplice significato; rappresentano da un lato il rapporto tra uomo e natura, dall’altro l’impossibilità dell’artista di rimanere imbrigliato all’interno di un regole dettate dall’esterno.
vesprini 15
Tra i mille significati che la serie di opere può suscitare (a me personalmente è parso di cogliere qualche eco del paesaggio marchigiano, dal mare e ai piccoli porti delle zone marittime) e i numerosi spunti relativi la realizzazione di ogni singolo quadro, ho trovato particolarmente interessante l’impegno dell’autore nel portare avanti un percorso di recupero tipografico. Infatti Giulio Vesprini, che di professione fa il grafico, conosce alla perfezione i torchi usando la tipografia “old style” riesce a creare particolari texture da inserire nei lavori.
Vesprini 11
Qui di seguito una ricca gallery della mostra!
Vesprini 1
Ilaria Mencarelli
Informazioni su Ilaria Mencarelli (402 Articoli)
Classe 1988, marchigiana d’origine e milanese d'adozione, insegue da qualche anno la laurea specialistica in Scienze della Terra a Milano, che la porterà ad essere geologa a tutti gli effetti. Dal 2013 decide che vuole di più e incomincia a scrivere: prima raccontini liberi sul suo blog, poi articoli e recensioni. Ama tutto ciò che è arte e ha un debole per i fumetti.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento