50 sfumature di Masonry: quando il sesso diventa illustrazione

 Marco Natolli «Le avventure di un giovane i cui principali interessi sono lo stupro, l’ultra-violenza e Beethoven.»: non tanto il drugo di Stanley Kubrik, quanto la mia faccia quando mi iscrivono ad un nuovo gruppo di grafica su facebook.
Non me l’aspettavo, nel mio intimo temevo l’ennesimo perditempo sociale, eppure quel giorno mi trovai catapultato in una realtà parallela le cui leggi mettevano l’uomo creativo al di sopra di ogni cosa: ero ufficialmente diventato un massone, un massone creativo.
Nessuno ancora ha capito cosa avesse mangiato il Truscelli quel giorno, ma sicuramente fu colto dalla semplice quanto geniale idea di scovare ogni talento esistente lungo lo stivale ed oltre, per riunirli in una confraternita.
Sicuro qualcosa non andava in quella cena, visto che fra i talenti chiamò al rapporto anche me, ma questa è questione di cuochi e dottori.. ..e io preferirei parlarvi d’altro.
Eravamo uomini persi, succubi della povertà intellettuale che domina la nostra epoca, continuavamo a partecipare a concorsi miseri e per nulla stimolanti, schiavi del cattivo gusto e la crisi di valori, ridotti come nel medioevo le donne eran streghe per gli inquisitori.
E qui venne il genio: perché combattersi quando ci si può unire, perché fare un concorso quando tutti possiamo vincere?
Masonry è questo: la massoneria aiuta se stessa, aiuta ogni cellula a moltiplicarsi, ogni membro ad esprimersi, fino ad esplodere con espressioni che sfidano il senso comune del pudore e del divieto.
Ecco il concorso mutarsi in galleria, ecco un’idea, ecco come un gruppo di perfetti sconosciuti con gli stessi valori riesce a rapportarsi e creare qualcosa, che vi piaccia o meno, dal sapore unico di chi si sente libero di esprimersi.
Oggi parliamo di sesso ed il bello è proprio vedere come menti diverse lo interpretano.
Potete vedere la galleria completa del progetto a quest’indirizzo , mentre per Bloggokin abbiamo selezionato alcune tavole e chiesto agli artisti di dirci qualcosa.
Buona visione: piano con le salviette. :DMarco.

 

 Mara Ferrari
 Mara Ferrari

 

 Ylenia Marino
 Ylenia Marino
Considero la Massoneria creativa un luogo speciale.
Una realtà (seppur virtuale) che in quasi un anno, si è rivelata capace di riunire e far collaborare a diversi progetti “reali”, centinaia di creativi. Cosa per nulla semplice e scontata e che mi auguro evolva.
Nella mia illustrazione per “50 sfumature…” la protagonista, immersa in una vasca da bagno, in un atmosfera sognante, circondata dalle bolle di sapone e forse ispirata da letture erotiche (leggiamo “Sade” sul libro adagiato sul pavimento), si concede ad un momento di intimità solitaria.

 

Mattia Terapixel
 Mattia Terapixel
 “Un cavaliere tra due dame fa la figura del salame…ma se ci sa fare…provate a indovinare!” La mia illustrazione è credo il sogno erotico più comune tra gli uomini e spero di aver onorato lo scopo del progetto della massoneria creativa, che come sempre ci stuzzica a creare e anche provocare su argomenti che spesso sono tabù! Che dire io aamo Masonry !Mattia Lavezzo di Terapixel grafica

 

 Paolo Voto
 Paolo Voto
Cosa accade quando due persone si uniscono nell’atto dell’amore?
La stessa cosa che succede quando le sabbie di una clessidra si incontrano al centro del cristallo.
Il tempo si ferma, e per un breve ed effimero istante nient’altro ha più importanza: le scadenze, gli impegni, le belle esperienze e quelle brutte appaiono per quello che sono realmente, cose che sono accadute e cose che devono ancora accadere,
nient’altro che fatti.
Importa solo quello che sta accadendo adesso, quel breve effimero istante.

 

Resli
 Resli
Fisso cose
Accumolo carta
Abuso di nomi,aggettivi e verbi
Faccio chimere di immagini e parole.
Terminati gli studi in illustrazione e graphic design
tra la città partenopea e la ciociaria,lavoro come freelance;
volentieri scorro le pagine della Masonry,
pura “marmellata agli agrumi”,
poiché coesistono sapori dolci,aspri e amarognoli,
ma la consistenza densa, con quelle scorzette zuccherine
ne garantiscono la genuinità.
La mia immagine per il contest
è un riferimento all’autoerotismo,
è la carezza di due donne che si sommano,
è la qualsiasi visione erotica vogliate vedere.Resli

 

 Michela Trombetta
 Michela Trombetta
 50 sfumature di Masonry mi ha dato l’opportunità di affrontare in termini visivi un argomento che prima non mi ero mai spinta a “illustrare” così esplicitamente: il sesso. Probabile che, proprio per questo, all’estrema caratterizzazione delle figure palesemente ritratte in posizioni da (perdonate il gioco di parole!) “Kamasonry”, concorre la meticolosità nella resa dei particolari dell’appartamento dove – giocando con un’immaginazione totalmente visiva – ciascuna di queste trova posto. Non nascondo la mia sorpresa di fronte al risultato finale e alla disinvoltura con la quale, una dopo l’altra, ho elaborato le immagini. Proprio ciò d’altronde riassume una delle premesse basilari di quel meccanismo sorprendentemente fruttuoso e variopinto che è la Massoneria Creativa, luogo d’incontro tra energie espressive multiformi, traboccanti di linfa vitale e nutrimento l’una per l’altra.Quest’ultimo progetto è solo l’ennesima conferma di quanto appena detto: ancora una volta con Masonry ho avuto l’occasione di mettermi in gioco, caricandomi di un impegno a metà strada tra il ludico e il ponderato. Infatti, per quanto l’atto creativo possa presentarsi spontaneo e naturale, l’occasione di condividerne i frutti si rivela a volte, in un contesto quale quello della Massoneria e dei “confratelli”, considerevolmente più interessante. Da graphic designer costantemente all’opera e ininterrottamente sotto auto-analisi, posso benissimo attestare quanto ciò si riveli prezioso.Riflettendo sull’impronta stilistica e sul contenuto da conferire alla rappresentazione, il mio obiettivo primario è stato fin dal principio quello di caratterizzarla in modo da elaborare, con semplici ma coloratissime icone “flat”, un piano narrativo immediatamente comprensibile e di forte impatto, al confine tra infografica e illustrazione, leggibile trasversalmente a un’ottica ironica e divertente, prerogativa connaturata al progetto stesso.

 

 Veronica Sartori
 Veronica Sartori
 “La Massoneria creativa è un rifugio per i creativi incompresi, concede piena libertà di espressione, è libera dai tabù e nasconde un potenziale incredibile. La Massoneria creativa è sublime!
Sono veramente orgogliosa di far parte di questo collettivo, chi mai avrebbe pensato di poter partecipare a un progetto come 50 sfumature di Masonry! Divertente e irriverente, non potevo non dare il mio contributo!”

 

 Marco Lombardo
 Marco Lombardo
Descrivere in una crescente confusione data dall’idea distrorta della pornografia commerciale di cosa sia dolore e cosa sia amore e come le due cose inneschino l’una e latro non è facile, serve una guida chiara semplice e di facile comprensione. Le guide ikea che rifanno il verso alla semplice forma di “la linea” di Osvaldo Cavandoli, cartone di intermezzo pubblicitario tra gli anni 80/90, diventano un mezzo diretto e simpatico per spiegare punto per punto l’amplesso alle 50 sfumature di grigio secondo la regolamentazione che si danno schiavo e padrone.Marco Lombardo.  Ceo & Art director studio Wiredlayer / Amministratore robadagarafici.net

 

 Luca Polizzotto
 Luca Polizzotto
 L’ispirazione è nata da quello che in fondo vediamo ogni giorno e casualmente è un lavoro arrivato anche poco dopo un articolo pubblicato su un settimanale a tiratura nazionale.L’ispirazione è presto detto, una generazione di adolescenti (molto disinibiti) che unisce l’abitudine di essere sempre con il celluare in mano all’utilizzo di canali pornografici… tra l’altro privi di qualsiasi controllo.
Volente o nolente anche questo è diventato una sorta di “Sesso 2.0”.Riguardo alla Massoneria Creativa: mi ci sono trovato quasi per gioco, se oggi dovessi dire come ho fatto ad arrivarci o chi mi ci ha invitato non saprei rispondere.
Alla fine qua dentro ho trovato l’esatto opposto di tanti altri gruppi italiani dedicati alla comunicazione. Ogni testa è un voto, ogni testa ha il suo peso (anche se i nostri “Gran maestri” hanno comunque l’ingrato compito di guidarci e consigliarci), ma soprattutto si condivide tanto, le critiche sono sempre costruttive e motivate in maniera intelligente… è un gruppo dove si ride tantissimo e ci si mette in gioco sfidando il “politically correct”.

 

Zep Yokurama / Enrico Avesani
 Andrea Granato e Enrico Avesani
 Mi sono sempre piaciuti i lavori di Andrea – aka Zep Yokurama – e in un ambiente di libera sperimentazione come quello di Masonry, abbiamo deciso di fare qualcosa insieme, è stato un bel colpo: entriambi adoriamo le illustrazioni vettoriali, ad entrambi piace lo stile minimal ed entrambi perdiamo la testa per i videogame retro.
Lui, Zep, studia alle Belle Arti di Torino e gira in lungo ed in largo per mostrare la sua arte; si ispira a Modigliani e Haring ed al suo stile lineare per i suoi pezzi ed è alla continua ricerca della forma.
Io, Enrico, studio graphic design e leggo qualsiasi cosa ci sia da leggere. E infatti, mi sono appassionato alle illustrazioni ed alla grafica quando lessi “La torta in cielo” di Gianni Rodari illustrato da Bruno Munari.
Anche se Andrea ed io veniamo da esperienze diversissime, viviamo entrambi la nostra esperienza alla Massoneria Creativa come si sarebbe vissuta la Montmartre di inizio ‘900: un po’ mostra collettiva, un po’ scuola aperta. Per noi Masonry è un posto dove poter dire la propria idea senza timori, dove ognuno ha qualcosa da dire che valga la pena di essere sentito, dove far sentire la propria voce forte e chiara.
La nostra illustrazione per “50 sfumature di Masonry” parla chiaro: è cosa buona e giusta esplorare tutte e 50 le sfumature, ma sia chiaro, meglio conoscere le combo che premere tasti a caso.

 

 Carmine Di Filippo
 Carmine Di Filippo
 Quando in un luogo in cui regna il caos noti un’intrecciarsi di pensieri, di intenzioni, di emozioni, di immense bravure e straordinari talenti, a volte goffi, esilaranti, scioccanti da farti rimanere a bocca aperta. Un Movimento che funziona come un’urlo ad alte frequenze che squarcia ogni singolo cristallo colmo di monotonia e falsi idealismi, trasportati dalla moda del momento e dal sapere sbavato da brutti comportamenti.
Menti brillanti da ogni dove, di qualsiasi sesso e vocazione, vengono trasportate tutte nello stesso universo, tutti con ugual peso atomico,  tutti splendenti di luce propria, dove, senza volerlo ci si sente subito liberi di esprimere quello che ribbolle dentro…
Ecco, tutto questo è la Massoneria Creativa partorita da un’idea di Skid Staniak (alias Giuseppe Truscelli) un gruppo, un collettivo, una mega family creativa, in poche parole una Confraternita, che produce bellezza che non passa inosservata, che puó piacere ma anche no. Il project sul sesso subito ha ingaggiato in me un meccanismo di piacere dell’essenziale dando importanza alla vera motivazione, all’argomento del discorso tutto in chiave minimal; via arredamenti, letti, suppellettili  vari, via i vestiti e vergogne, uniamoci e diamoci dentro senza perdere tempo, infine consapevolmente l’amore siamo noi!
YO!

 

 Salvatore Li Causi
 Salvatore Li Causi
 Uomini, donne, etero, omo, lesbiche, trans, non importa quale sia la categoria a cui pensiamo di appartenere, ognuno di noi è un singolo individuo. Una persona che fa parte di un mondo pieno di altri singoli individui. Buio e luce, bianco e nero, uomo e donna, la realtà è fatta di contrasti. Il sesso è uno dei pochi momenti in cui queste differenze svaniscono, una parentesi di vita in cui il bianco si unisce al nero, uomo e donna formano un nuovo insieme, la cui intersezione genera nuova vita. La mia illustrazione rappresenta quell’attimo in cui non esiste più bianco o nero, non esistono neanche 50 sfumature, ma si è parte di un’indefinita bellezza.

 

 Pierpaolo Paoletti / Paolo Voto
 Pierpaolo Paoletti e Paolo Voto

 

 Guido Vitabile
 Guido Vitabile
 La Massoneria Creativa per me è un luogo di condivisione. Un gruppo libero di creativi, dove ognuno con le proprie idee, progetti ed esperienze personali, arricchisce le conoscenze di tutto il gruppo.Per questo progetto ho scelto di rappresentare il sesso attraverso le parole. Quelle parole sussurrate all’orecchio, cariche di desiderio. L’attrazione sempre più irresistibile verso l’altra persona, del contatto con la sua pelle che ancora prima di diventare reale, eccita al solo pensiero.

 

Raffaela Lazzerin
 Raffaela Lazzerin
 Volevo raccontare con la mia illustrazione un amore romantico di una favola moderna in ricordo delle mie prime esperienze sessuali giovanili positive. L’incontro amoroso si svolge in un bosco luogo amato da principi e principesse (vedi la bella addormentata nel bosco e altre principesse) ma non su un cavallo o in una carrozza o in un castello ma in un’auto mero mezzo di trasporto ma che qui una bellissima alcova per questi due innamorati.
La Massoneria Creativa è un bellissimo gruppo e come l’ho conosciuto ne sono rimasta entusiasta: ho ripreso a disegnare come non facevo da tempo solo per puro piacere e vedere altre persone con lo stesso entusiasmo. Questo è il secondo progetto a cui partecipo dopo quello dell’Expo.

 

Rossella De Vico
 Rossella De Vico
Ho studiato Design per la Moda alla ex SUN di Aversa, laurendomi nel 2013 con un progetto di Brand Design. Poi ho deciso di continuare i miei studi ma concentrandomi sulla comunicazione visiva e il graphic design, infatti al momento studio Design della Comunicazione presso il Politecnico di Milano.
Faccio parte della Massoneria Creativa da pochi mesi, entrandone a far parte grazie ad un mio amico e collega universitario che, la prima volta che me ne parlò, me la descrisse come un gruppo di gente pazza e geniale. Ed aveva ragione. Masonry è una loggia di creativi fuori dal comune: non solo dal punto di vista del talento (ci sono veramente degli artisti), ma anche e soprattutto per il loro atteggiamento sfrontato, sarcastico, ribelle, ma anche sempre disponibile verso gli altri confratelli.
Riguardo alla mia illustrazione per “50 sfumature di Masonry”, volevo creare qualcosa che non fosse estremamente esplicito e che giocasse sulla percezione e interpretazione personale dell’immagine, per cui ho deciso di utilizzare forme semplici e colori piatti per rendere tutto “neutro” e minimale.

 

 Litan Trace
 Litan Trace
Purtoppo questo capolavoro era arrivato oltre il limite massimo per la presentazione, quindi rimase fuori dal progetto behance, ma andava pubblicato comunque. Un complimento da tutta Masonry e Bloggokin alla bravissima amica Irene di Berlino, illustratrice di Femme Fraktale (collettivo aritstico femminile che consiglio di seguire).

 LOGO-MASSONERIA-CREATIVA

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento