Breaking News

Pompei, la prima graphic novel di Toni Alfano

Un viaggio visivo folgorante, contrassegnato dal nero, dal rosso e da taglienti parole colme di implacabile verità!

Pompei è un viaggio, non iniziatico, dove tutto si esprime attraverso il nero e il rosso, su carta dalla grammatura consistente e con una linea tremolante solo in apparenza.

Destabilizzante nella sua lapalissiana essenza, chiaro e rivelatore solo come la vera semplicità può essere, questo lavoro mostra tutto il potenziale artistico e comunicativo di un Toni Alfano in completo divenire, rivelatore del suo percorso anche quando è arabescato da innumerevoli e quotidiane illusioni.

Quanto segue non è la rievocazione di un fatto del passato, ma il racconto dei nostri giorni, dei nostri drammi individuali e sociali, attraverso quel simbolo.
Pompei, disintegrata dalla forza della natura, dissolta nella materia e consegnata al mito senza tempo.
Così come le nostre vite, le nostre relazioni, i nostri ruoli, sono solo frutto di identificazioni, illusioni, destinate ad essere riassorbite nella forza che le ha generate: un sogno.

Pompei (edito da NEO Edizioni) inizia in modo forte, asfissiante e inevitabilmente liturgico.
Una prima tavola che è la descrizione minuziosa del vuoto, la conferma asciutta dell’essenza della violenza umana.

POMPEI - Vignetta 1 - Toni Alfano - Neo Edizioni

Ma è solo l’inizio del viaggio.

Non si tratta di una rievocazione delle vicende che hanno colpito la storica e famosa città romana. Siamo  dinnanzi alla necessità della scelta di un simbolo cristallizzato, elevato a mito e ispirazione da cui partire per ricordare sempre alla nostra mente la possibilità dell’infinito nel momento presente. Quando tutto si scioglie, si sgretola, si riassume o si solidifica, lì, al centro, vi è quella possibilità di presente e unione, a lungo anelata.

“Sento che è possibile guardare oltre questa illusione che io come individuo rappresento”

Di difficile catalogazione, dire che Pompei è una graphic novel, un romanzo, un libro illustrato è in ogni caso sbagliato, poiché inesatto in ognuna di queste forme. Direi piuttosto che è un mix delle parti, o, osando: un vademecum filosofico, artisticamente illustrato, sulla ricerca dell’uno.

I cinque capitoli, o le cinque tappe, si snodano lungo tutto l’arco narrativo composto più di momenti, istantanee o esperienze condensate, che di una lineare e chiara sinossi. Tuttavia in questo essere frammentati si percepisce chiaramente un filo conduttore unico, una necessità costante di ricerca e di interiorizzazione, molto simile all’idea di un cerchio, o ancora meglio di una spirale, dove ogni capitolo è solo un altro giro di spira!

Inevitabile, per me, sognare e fantasticare che tutto questo altro non sia che una magnifica rappresentazione della dea Parvati/Durga/Kali, così applicata sull’importanza della distruzione, così fondamentale per la rinascita, in un continuo moto concentrico, sempre più vicini al centro.

“Anche se questo è soltanto un sogno,
devi sapere che qualcosa di reale c’è.

Quello che tu provi
Tutto quello ce provi è reale ed eterno.

La volontà di assaporare genera nutrimento,
La volontà di amare genera madre e figlio,
La volontà di comprendere genera relazione.

La volontà di affidarsi,
Genera un paio d’ali per poter volare”

non essere triste
e non sentirti mai solo”

“tu sei
in ogni cosa”

Particolare quarta di copertina Pompei di Toni Alfano

POMPEI
Toni Alfano
NEO Edizioni
ISBN: 978-88-96176-27-6
Pagine: 136
Formato: 17X23

Stefania Nebularina
Informazioni su Stefania Nebularina (84 Articoli)
Vicedirettore, webmaster e blogger di Bloggokin.it - Ufficio stampa e comunicazione per il Coffee Tree Studio. Appassionata di fumetti, grafica e arte, cerca la libera espressione in ogni sua forma e manifestazione. Il messaggio nel cubo dice: "don’t take all this too seriously" - MOTTO: PIMPI!!!

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento