Breaking News

#Pabloalmercato: il gusto dell’arte

Una speciale partnership a Firenze tra il Palazzo Strozzi e il Mercato Centrale propongono un viaggio nel gusto e nell’arte

L’arte e il food, due mie grandi passioni da sempre, due interessi che spesso inseguo nei miei viaggi. Una delle mie mete preferite, in questo senso, è la Toscana: i profumi e i colori delle verdure di stagione, una grande attenzione per la certificazione e la qualità dei prodotti, una voglia di stupire nel rispetto della tradizione, il tutto ad accompagnare percorsi di viaggio all’insegna della cultura, soprattutto a Firenze, città d’arte d’eccellenza.

Ed è proprio a Firenze che ho avuto l’opportunità di trascorrere una giornata davvero splendida, un viaggio nel gusto e nell’arte, grazie a #Pabloalmercato.

Giovedì 18 ho infatti avuto l’opportunità di vivere in prima persona un percorso fiorentino che rappresenta uno degli eventi culturali nazionali di punta di questo periodo, ovvero la partnership tra il Palazzo Strozzi e il Mercato Centrale.

Chiunque visiterà il Mercato Centrale Firenze potrà infatti ritirare all’Infopoint uno sconto del 15% sull’acquisto del biglietto “Picasso e la modernità spagnola”; viceversa chiunque visiterà la mostra di Picasso, riceverà una mappa delle botteghe e avrà diritto a un gadget da ritirare all’interno del Mercato Centrale Firenze.

Ma partiamo con la mostra, occasione imperdibile per gli appassionati di uno dei capisaldi della pittura del XX secolo, Pablo Picasso. La rassegna ospita interamente le opere di uno dei migliori musei europei, il Museo Nacional Reina Sofia di Madrid, e intende non solo illustrare l’influenza dell’artista sull’arte spagnola ma anche mostrarne il contesto culturale. Preparatevi a una selezione di alto livello, al confronto con artisti del calibro di Mirò e Dalì, a un allestimento ineccepibile.

Dopo aver appagato la vista non resta che appagare il palato, e passare al Mercato Centrale. Aperto da soli 4 mesi è già arrivato a quota 1 milione di visitatori, e non è difficile capirne il motivo. Le 12 botteghe presenti rappresentano l’eccellenza dei sapori locali. Ogni bottega, fatta ovviamente eccezione per la macelleria, ha un laboratorio, spesso a vista, punta su prodotti sempre freschi, dalle 10 a mezzanotte, tutti i giorni dell’anno. Il controllo della filiera, l’attenzione per ingredienti e prodotti locali, pregiati, selezionati, sono il punto di forza. Non manca però anche un ambiente curato ma familiare, una bellissima location in stile liberty, una grande cura dei dettagli decorativi.

La mia esperienza food personale? Da vegetariana ho apprezzato particolarmente i formaggi (incredibile la vasta gamma e l’originalità dei prodotti caseari), la pizza, altamente digeribile, genuina e saporita, i vini toscani, il pane realizzato con lievito madre e, soprattutto, la grande selezione di frutta e verdura, apprezzabile anche sotto forma di ottimi succhi freschi.

La sinergia tra la mostra e il Mercato Centrale è un’occasione da non perdere: contenuti di altissima qualità per appagare i sensi e per trascorrere una splendida giornata fiorentina.

Photo credits

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento