Breaking News

Gli scatti onirici di Oleg Oprisco

Quando osserviamo una fotografia di Oleg Oprisco è impossibile non chiedersi se ciò che vediamo sia un sogno o la realtà. Nato come semplice fotografo presso una prestigiosa agenzia pubblicitaria di Kiev, con il tempo questo artista ucraino capisce che la sua passione può andare ancora oltre la semplice fotografia nuda e cruda.

Grazie ai suoi lavori, Oprisco ci offre infatti la possibilità di affacciarci in un mondo completamente diverso da quello quotidiano, un luogo astratto in cui tutto, dai colori ai personaggi che lo abitano o alle stesse situazioni immortalate, restituisce un’atmosfera fiabesca, come in un sogno. Ad accrescerne poi la bellezza è sapere che tutto ciò che vediamo non è dato da un processo di post-produzione di tipo digitale, ma da una straordinaria combinazione di esperienza e passione per l’analogico sommato all’uso di pellicole di vecchia produzione e lenti particolari.

Insomma negli scatti di Oleg Oprisco non c’è nulla di digitale, tutto è curato nei minimi dettagli dall’artista in persona dalla palette colori, alla scena da rappresentare, alle modelle e la loro acconciatura fino, appunto, al click finale. Ma da cosa scaturisce un lavoro del genere? Cosa troviamo alla base di ognuno di questi “scenari”? Paradossalmente, la fonte primaria di ispirazione per Oleg Oprisco è proprio la realtà quotidiana. Abile osservatore, egli la studia, la vive, ne cattura gli attimi e infine la reinventa arricchendola di tutti quei particolari creativi che contribuiscono a renderla magica.

Il viaggio onitico continua su www.oprisco.com

surreal-photography-oleg-oprisco-1

surreal-photography-oleg-oprisco-3

 

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento