Pimp my Carroça: come ti coloro la carretta!

Pimp My Carroça è un progetto sociale, ambientale e culturale nato sopratutto per aiutare e far star meglio i catadores, ovvero i carrettari brasiliani.

In Brasile oltre alle favelas di cui troppo spesso si sente parlare a sproposito, solo per far colpo e sensazione (e click) sui media europei, c’è anche il fenomeno culturale e sociale dei catadores, quelli che ogni giorno spingono in senso letterale la carretta e che fanno parte della grande manovalanza brasiliana.

Emarginati, invisibili, ormai diventati parte del paeseggio e della texture urbana, sono una delle grandi forze lavoro di questo paese e il progetto Pimp My Carroça punta sopratutto ad aiutare loro, ma anche a riqualificare attraverso l’arte di strada una serie di strumenti urbani invisibili e brutti. Dai secchioni, ai pali della corrente, dalla segnaletica alle carrette appunto, sono centinaia i volontari più o meno famosi che hanno prestato il loro estro, la loro arte e la loro fantasia per colorare e aiutare a superare il forte disagio sociale.

Pimp my Carroca, social art in Brasile

Personalmente credo fortemente in questo tipo di aiuto a Km zero, quello che viene dal basso, dal ventre del proprio paese che si aiuta a vicenda, che si da una mano e mette al primo posto il vicino invisibile piuttosto che uno sconosciuto dall’altra parte del mondo.

Credo molto poco nella cooperazione internazionale (salvo rari casi) delle varie Onlus modello multinazionale dell’aiuto, troppo spesso leggo di incredibili e mirabolandi aiuti e progetti partiti dal nostro paese per qualche remoto paese africano, che fa tanto cool e chic, ma che poi a conti fatti rimane incapace di aiutare quello che gli sta a fianco e non rientra nel grande circuito del movimento di soldi “benefici”.

Pimp my Carroca

Pimp My Carroça è il progetto che punta al cuore sociale del Brasile per il Brasile che si aiuta, che ci crede, che non piange sui problemi e prova a tirarsi su dalle favelas e dai carretos invisibili con l’aiuto dell’arte e del colore. Qui di seguito una galleria di video e foto di alcune delle città coinvolte e di alcuni artisti come Mentalgassi (grandissimo) che ha pimpato perfino i pali con i secchi della carta che diventano zainetti di curiosi personaggi urbani.

Guardatevi i video (sopratutto il primo) e capirete quanto possa essere forte questo tipo di progetto e che tipo di impatto sociale l’arte (se vuole) può avere sul mondo (non solo sui musei).

Per altre info: www.pimpmycarroca.com! Buona visione.

mentalgassi_mundano_sao_paulo_pimp-my-carroca_collabcubed

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento