Ritornano i gialli a fumetti di Ric Roland

Lo confesso, ho sempre avuto una passione per i fumetti francesi, probabilmente per colpa (o per fortuna) di Asterix nella sua versione italiana (della Mondadori se non ricordo male) che ne riproponeva formato, stampa e cultura fumettistica. Sono cresciuto con i cartonati francesi (vacanze estive da parenti a Parigi) e per me i vari Lucky Luke, Michel Vaillant, Blueberry ecc. erano i fumetti francesi per eccellenza. Quando leggo o rileggo quel certo di fumetto ho un immediato e forte richiamo ad una precisa fase della mia vita di lettore (un po’ come i Peanuts nella Bur di Rizzoli), adesso scopro che la Gazzetta dello sport mi pubblica le storie di Ric Rolland in edicola e ho un sussulto.

Credo di averne letti al massimo un paio di Rolland (sul Corriere dei Piccoli è possibile?), ma conosco il personaggio e ho un mezzo ricordo sbiadito dei personaggi di Boudon e Nadine (credo fosse la nipote). Studio. il fumetto originale è del ’55 e in Italia fu pubblicato negli anni sessanta all’interno dei Classici Audacia (qui alcunune ristampe), un mondo fantastico, fatto di gialli scritti bene, con trame solide e appassionanti. Storie che rimandano alla narrativa gialla di un tempo (il richiamo ai gialli Mondadori è fortissimo nella mia mente) con trame complesse e personaggi ben caratterizzati.

RicRoland_Uscita01_HD.RGB_color.0000-fixed

Ieri è uscito il primo volume “Requiem per una star” a 1€ + il prezzo del quotidiano (2,99€ dalla terza uscita) e la versione inedita per l’Italia che comrpende le 44 tavole originali dell’edizione belga del settimanale Tintin.

Consigliatissimo.

RR_01_COVER

RR_02_INTERNI_anteprima-5

 

RR_02_INTERNI_anteprima-4

RR_02_INTERNI_anteprima-3

 

 

 

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento