FIFA #WorldCup 2014: il design di tutte le maglie

Oggi il via alla FIFA #WorldCup 2014, i mondiali di calcio che per questa ventesima edizione ci porta direttamente in Brasile. Il calcio d’inizio inaugurale vedrà la sfida Brasile-Croazia e la copertura mediatica dell’evento, con la complicità dell’esplosione dei social network, ha già toccato livelli mai raggiunti in precedenza. Sotto ogni aspetto.

Noi di Bloggokin, per questa occasione, abbiamo scelto di mostrarvi la street art di Speto per la Coca Cola e quella di Os Gemeos sul Boeing personalizzato. Ora prenderemo invece in esame quelle che, dal punto di vista della grafica e del design, saranno senza dubbio le protagoniste della manifestazione: le uniformi.

Ecco quindi le maglie e le uniformi che scenderanno in campo nei dodici stati teatro della Coppa del Mondo, con otto fornitori tecnici, sessantasei maglie, altrettante combinazioni di colori e design diversi, e un unico, incredibile spettacolo: la Coppa del Mondo FIFA 2014.

Girone A – Brasile

Sempre più pubblicizzate e curate nel minimo dettaglio, le divise che sfileranno sui verdi prati carioca non possono che essere guidate da quelle dei padroni di casa del Brasile, unica squadra ad aver presentato ben tre kit diversi. Ovviamente griffati Nike.

Il primo è il classico completo brasiliano composto da una maglia gialla bordata di verde, pantaloncini blu e calzettoni bianchi, e impreziosito dal grande stemma della CBF sul petto. Anche la seconda divisa non è una novità, ma riesce ad arricchire la classica maglia azzurra di , pantaloncini bianchi e calzettoni blu.

Il terzo kit, invece, è un’assoluta novità. Il look è total green, di un verde molto scuro, ed è adornato dallo scudo monocolore della federazione brasiliana e da una serie di sottili righe orizzontali che sfumano su toni accesi di blu, giallo e verde.

Questo terzo completo, a mio modesto parere, è il più bello tra tutti quelli presenti al Mondiale, e farò il tifo esclusivamente perché i Carioca ne facciano sfoggio nel corso del campionato.

Girone A – Croazia

Seguendo il rigoroso ordine dei gironi, incontriamo di seguito uno dei kit più facilmente riconoscibili: quello della Croazia.

Prodotto anch’esso dalla casa di Beaverton, il completo presenta la caratteristica maglia a scacchi biancorossi, cui fanno da contorno i calzoncini bianchi ed i calzettoni blu.

Blu che torna prepotentemente protagonista nella divisa away a tinta unita, rotta solo dall’immancabile motivo a scacchiera su spalle e fianchi.

Croatia - Home 05

Croatia - Away 04

Girone A – Messico

Abbandoniamo per un momento i prodotti del Baffo e spostiamoci in Germania, da dove adidas e Puma hanno dato alla luce una fetta consistente delle uniformi dei prossimi Mondiali.

A far compagnia a Brasile e Croazia sarà il Messico, che scenderà in campo con la sua classica combinazione di maglia verde, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi.

Rosso che la fa da padrone anche nell’appariscente seconda divisa dei centroamericani, dove il solo nero gli trova spazio accanto, tra alcuni inserti dinamici e lo stemma monocolore della federazione messicana.

Mexico - Home 03

Mexico - Away 01

Girone A – Camerun

Chiudono il girone A gli Indomabili Leoni, presenza oramai immancabile alla kermesse mondiale, dove sono mancati una sola volta nelle ultime sei edizioni.

Pittoresca, e non poteva essere altrimenti, la prima divisa: la maglia è verde, decorata da un caratteristico motivo africano tono-su-tono, come da tradizione, infine, i pantaloncini sono rossi e i calzettoni gialli.

Nella maglia da trasferta il design èpressochéidentico, dettaglio che, come vedremo anche in seguito, rappresenta una vera e propria linea politica adottata da Puma. In questo caso i colori sono i medesimi, rimescolati: maglia gialla, calzoncini verdi e calzettoni rossi.

Girone B – Spagna

Seconda rappresentante delle Tre Strisce sul nostro cammino è la Spagna campione in carica, la quale, a differenza delle sue ultime partecipazioni ufficiali, ha adottato un look completamente rosso, abbandonando i calzoncini blu e soffiando sulla fiammella di una polemica che ha coinvolto non poche nazionali, e sulla quale torneremo in seguito.

La divisa da trasferta, anche in questo caso, è piuttosto appariscente: adidas, infatti, ha adottato un competo interamente nero, con una banda orizzontale verde lime a tenere compagnia alle caratteristiche strisce della casa tedesca ed allo scudo nazionale, anche in questo caso monocolore.

Dettaglio da non trascurare, il badge FIFA che, dal 2006 in poi, rimane cucito sulle maglie dei campioni in carica fino al termine del Mondiale successivo.

Girone B – Olanda

A far compagnia alla Spagna nel girone B, guarda caso, troviamo proprio quell’Olanda che nella finale di quattro anni fa contese alla Spagna la Coppa del Mondo, e che celebra quest’anno il 125° anniversario di fondazione della propria federazione.

Nulla di nuovo, in questo caso, nello schema dei colori adottati: maglia arancio, pantaloncini bianchi e calzettoni arancio. A far la differenza, come spesso accade nei prodotti Nike, è la cura maniacale dei dettagli: il bordo tricolore all’interno del girocollo, lo scudo ridisegnato per l’occasione e raffigurante un grande leone bianco, il font creato appositamente per l’occasione dal designer olandese Wim Crouwel.

La seconda divisa dei tulipani è interamente blu. Molto scuro nei calzettoni e nei calzoncini, sfumato nella maglia, dove il tono chiaro e acceso che si trova al centro del collo si propaga attraverso una serie di rombi fino ad unirsi a quello più scuro della parte inferiore del kit, donandogli così un effetto davvero apprezzabile. Anche in questo caso il leone dello stemma è a tinta unita, arancione, come i risvolti delle maniche.

Netherlands - Away 01

AA045461

Netherlands - Home 01

Girone B – Cile

A guastare la festa alle due finaliste del 2010, o perlomeno a provarci, sarà il Cile, per cui Puma ha disegnato un completo pulito e senza fronzoli, caratterizzato dai colori della bandiera cilena: maglia rossa, calzoncini e calzettoni blu.

La seconda uniforme dei sudamericani, invece, è completamente bianca con bordi e inserti blu e rossi su maglia a calzettoni.

Girone B – Australia

Chiude il gruppo l’Australia, la cui prima maglia è stata spesso tacciata di plagio nei confronti della sua equivalente brasiliana.

Questa, effettivamente, è gialla con bordi verdi, esattamente come quella carioca, dalla quale di distingue solo per il tipo di colletto e per il grande scudo della federazione australiana che racchiude un canguro e un emù, i due animali più caratteristici della grande isola oceanica. Completano il tutto pantaloncini verdi e calzettoni bianchi.

Invariato il design della divisa da trasferta, dove il giallo viene trasferito a bordi e colletto, mentre maglia, calzoncini e calzettoni sono di un blu molto scuro.

Australia - Away 06

Australia - Home 01

Girone C – Colombia

Testa di serie del girone C sarà la Colombia, tornata a disper la cui divisa adidas ha dato un taglio netto con il passato, abbandonando le tipiche colorazioni di pantaloncini e calzettoni, blu e rosso, per farli diventare entrambi bianchi.

Un cambiamento che non ha riscosso grandi apprezzamenti tra i tifosi colombiani, anzi. I più maliziosi hanno letto nelle scelte di adidas la chiara adesione ad alcune direttive FIFA in termini di uniformità dei colori, teoria a cui sostegno possono testimoniare i già citati tifosi spagnoli, quelli argentini e quelli tedeschi.

Rossa la seconda maglia, con pantaloncini blu scuro e calzettoni rossi.

Un dettaglio curioso: per dare un tocco di interattività ai due completi, sulla parte posteriore del colletto di entrambi è stato inserito un motto sotto forma di hashtag: #UnidosPorUnPais.

Girone C – Grecia

Tornando in Europa è la volta della Grecia, per la quale Nike ha disegnato due kit estremamente semplici, a tinta unita. Completamente bianco con colletto e bordi azzurri quello da casa, esattamente l’opposto quello da trasferta.

Greece - Home & away 01

Girone C – Costa d’Avorio

Look monocolore anche per Gli Elefanti ivoriani Didier Drogba e Yaya Touré, per la cui nazionale Puma ha disegnato due kit. Uno interamente arancione, quello da casa, e l’altro interamente verde, da trasferta.

Yaya Touré in the 2014 Ivory Coast Home Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Yaya Touré in the 2014 Ivory Coast Away Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Girone C – Giappone

Non offre certo molta più varietà il Giappone, che come molte delle selezioni nazionali finora elencate, sbarcherà in Brasile con due completi a tinta unita. Ma se il primo kit adidas si limita a seguire i dettami della tradizione, che ha sempre visto i giapponesi vestire di blu, il secondo è senza dubbio più audace.

E decisamente non passerà inosservato.

Japan - Away 01

Japan - Home 01

Girone D – Uruguay

Ad aprire il girone degli Azzurri è la Celeste uruguaiana, nazionale assistita da Puma che in Brasile vestirà la sua classica divisa, appunto, celeste, corredata da pantaloncini neri e calzettoni celesti.

Color oro, invece, saranno i bordi e gli inserti della maglia. Interamente bianco il secondo kit, questa volta con inserti celesti.

Diego Godín in the 2014 Uruguay Away Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Christian Rodriguez in the 2014 Uruguay Home Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Girone D – Costa Rica

Il primo brand italiano che incontriamo sul nostro cammino è Lotto, azienda firmataria delle due uniformi del Costa Rica.

Lo schema colori ricalca (quasi) alla perfezione quello della nazionale cilena, con una prima maglia rossa abbinata a dei pantaloncini blu e a dei calzettoni rossi (quelli del Cile, invece, sono blu), Bianca, con una banda rossa orizzontale, la seconda maglia, così come bianchi sono calzoncini e calzettoni.

Anche il Costa Rica, poi, si concede il vezzo di inserire il proprio motto sulla casacca della nazionale: “Ticos contigo” recita la scritta, inserita questa volta nella parte interna del collo.

Costa Rica - Home & Away 01

Costa Rica - Home 01

Girone D – Italia

Poco da dire sulla divisa italiana, che segue la consolidata tradizione della maglia azzurra e del calzoncini bianco, colori che si invertono in occasione della seconda divisa, impreziosita dalle pinstripes blu che attraversano verticalmente la maglia bianca..

Sopra la media il iivello di cura per i dettagli, specie se rapportata alle altre uniformi Puma. Oltre ai due classici inserti bianchi sui fianchi, infatti, la casa tedesca ha incastonato il tricolore italiano sia sul bordo delle maniche che sulla parte interna della scollatura, chiusa da tre bottoni.

Mario Balotelli in the 2014 Italy Home Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Mario Balotelli in the 2014 Italy Away Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Girone D – Inghilterra

Primo mondiale da cliente Nike per l’Inghilterra, che opta per un completo bianco di una pulizia senza eguali in questa manifestazione, rotto solo dallo scudo raffigurante i tre leoni, dal famigerato Baffo e da cognomi e numeri di maglia.

Particolare anche la scelta cromatica effettuata per il completo da trasferta, con maglia e calzettoni che virano sul rosso, ed i pantaloncini che, stando alle immagini ufficiali della casa di produzione, rimangono bianchi.

England - Away 01

England - Home 01

Girone E – Svizzera

Ad aprire il girone E è la nazionale del piccolo stato centroeuropeo, sponsorizzata Puma, e che dal punto di vista sportivo può essere una delle grandi sorprese del campionato.

Sorprese che invece latitano in termini di design e colorazioni. Maglia rossa, con una grande croce svizzera al centro, tono su tono, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi per la divisa da casa, medesimo schema, invertito, per quella da trasferta.

Stephan Lichtsteiner in the 2014 Switzerland Home Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Stephan Lichtsteiner in the 2014 Switzerland Away Kit made by PUMA

Girone E – Ecuador

Veniamo quindi ad una delle tre sole nazionali che sono andate a pescarsi lo sponsor tecnico all’interno dei propri confini: l’Ecuador.

Il lavoro di Marathon non spicca certo per originalità: maglia gialla, ampio inserto blu sulle spalle, calzoncini blu e calzettoni rossi. Blu è anche la maglia della seconda divisa, che ricalca alla perfezione il design della prima, e alla quale vanno accompagnati pantaloncini bianchi e calze blu.

Ecuador - Home 01

Girone E – Francia

Ben più sofisticate le uniformi partorite dal colosso Nike per la nazionale francese.

La prima è tricolore, alla faccia delle (presunte) direttive FIFA. Maglia blu con colletto bianco chiuso da un singolo bottone, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi.

Rigata orizzontalmente, invece, è la seconda maglia, con due diverse tonalità di bianco ad alternarsi in un motivo piuttosto stretto, blu sono i pantaloncini, bianche le calze.

France - Away 01

France - Home 01

Girone E – Honduras

Chiude il girone E l’Honduras, griffato Joma.

Come (purtroppo) preventivabile, la qualità del materiale pubblicato lascia a desiderare, ma è sufficiente per realizzare che trattasi di due kit molto semplici, a tinta unita, bianco con bordini azzurri quello da casa, completamente azzurro quello da trasferta.

Honduras - Away 01

Honduras - Home 01

Girone F – Argentina

Altro completo che ha fatto storcere il naso ai tifosi più puristi è quello dell’Argentina, guarda caso prodotto da adidas. Anche in questa occasione, infatti, il cambiamento sul banco degli imputati (o presunti tali) è il passaggio dei calzoncini da neri a bianchi, un avvicendamento che, tenuto presente della colorazione della maglia a righe albicelesti e dei calzettoni bianchi, depone a favore della tesi illustrata in precedenza.

Di carattere opposto, ovviamente, il secondo kit, che alterna ampie righe orizzontali sulla maglia, di due diverse tonalità di blu, colore che, per coerenza, ritroviamo anche su pantaloncini e calzettoni.

Argentina - Away 01

Argentina - Home 01

Girone F – Bosnia

Per il suo primo Mondiale in assoluto, lo stato balcanico ha stretto un accordo con la casa delle Tre Strisce, che ha dato alla luce due completi tra i meno audaci del proprio parco uniformi.

Interamente bianca, con inserti azzurri, è la prima divisa, colori che vanno ad invertirsi specularmente nella seconda.

Bosnia - Away 01

Bosnia - Home 01

Girone F – Iran

Curiosa la scelta del fornitore tecnico dell’Iran, che si è rivolto alla storica azienda tedesca Uhlsport, nota più per le forniture dei portieri che per i kit veri e propri, ma che per il Team Melli ha sfornato un prodotto pulito, ordinato e con un preziosismo niente male.
Sulle due maglie, quella bianca da casa e quella rossa da trasferta, è infatti ben visibile la figura del ghepardo asiatico, una specie a forte rischio estinzione, i cui ultimi esemplari si trovano quasi esclusivamente in territorio iraniano.

A corredare i due completi, pantaloncini e calzettoni bianchi per quello da casa, pantaloncini e calze rosse per quello da trasferta.

Iran - Home & away 02

Iran - Home & away 01

Girone F – Nigeria

Nulla di trascendentale le divise della Nigeria.

Due i toni di verde usati per la prima maglia: più scuro su maniche e fianchi, luminoso nella larga fascia centrale, lo stesso verde che ritroviamo su pantaloncini e calze.

Prevalentemente bianco, di contro, il secondo completo, con inserti verde chiaro sui fianchi e sulle spalle. Bianchi con bordo verde anche i calzoncini.

Nigeria - Away 01

Nigeria - Home 01

Girone G – Germania

Testa di serie del girone G, e tra le grandi favorite della vigilia, la Germania scenderà in campo in Brasile vestendo la classica casacca bianca, al centro della quale è stata inserita una grande V su diversi toni di rosso, chiusa da un bordo oro inferiore e da uno nero superiore a ricordare la disposizione dei colori sulla bandiera.

Bianche, con un motivo oro-rosso-nero che richiama quello della maglia, sono ile calze, così come bianchi (non più neri) sono anche i pantaloncini.

Larghe bande orizzontali rossonere dominano la maglia da trasferta, un’abbinata a cui si affiancano i pantaloncini neri ed i calzettoni.

Germany - Home 01

Germany - Away 01

Girone G – Portogallo

Certamente tra le nazionali più attese, anche e soprattutto grazie alla presenza della superstar Cristiano Ronaldo, il Portogallo arriverà in Brasile con corredo Nike.

Il primo kit è completamente rosso, con un effetto che ricorda molto da vicino quello visto nella seconda divisa dell’Olanda. Il tono più scuro di rosso è presente su calze, pantaloncini e sulla parte inferiore della maglia, sulla quale è inserito un motivo a righe orizzontali di un rosso più chiaro, che diventa sempre più fitto fino a diventare preminente. Un sottile bordino verde, infine, decora lo scollo e il bordo delle maniche.

Semplicemente bianca con bordi blu, invece, è la maglia da trasferta. Blu sono anche i calzoncini, bianchi i calzettoni.

Girone G – Ghana

Altra rappresentante del Continente Nero in Brasile è il Ghana.

Le Black Stars, così come Camerun e Costa d’Avorio, vestiranno Puma. L’azienda ha optato per un completo bianco con inserti tribali rossi, gialli e verdi su sfondo nero. Motivo che torna, tono su tono, su tutta la maglia da trasferta, interamente rossa, così come il resto del kit.

Asamoah Gyan in the 2014 Ghana Away Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Asamoah Gyan in the 2014 Ghana Home Kit that features PUMA's PWR ACTV Technology

Girone G – Stati Uniti

A chiudere il girone G sono gli Stati Uniti d’America, che con Ecuador e Germania, come già accennato, sono la terza ed ultima nazionale ad essersi rivolta ad un produttore autoctono.

Dopo aver sperimentato le righe orizzontali biancorosse nella stagione 2012/2013, la nazionale a stelle e strisce opta per un kit bianco latte, ornato solamente da bordini rossoblu su colletto e maniche. I pantaloncini, bianchi con banda laterale rossa, e le calze, bianche anch’esse, completano il quadro.
Decisamente più vivace il secondo kit, per la cui presentazione ufficiale il colosso di americano Nike ha scomodato alcuni tra i più importanti atleti delle nazionali maschile e femminile di calcio, e non solo. Dal basso verso l’alto incontriamo: calzettoni rossi, pantaloncini rossi, due terzi di maglia rossi, una banda bianca all’altezza del petto e la rimanente parte azzurra. Assieme al terzo kit dei padroni di casa del Brasile, tra i più belli dell’intera manifestazione.

United States - Away 01

United States - Away 02

Girone H – Belgio

La testa di serie dell’ottavo ed ultimo gruppo è il Belgio, nazionale giovane, sulle cui fortune molti sembrano pronti a scommettere.

Così come il Brasile, anche i Diavoli Rossi si presentano al Mondiale con ben tre diverse uniformi: completamente rossa quella da casa, nera, nera, con una banda giallorossa in diagonale quella da trasferta, gialla, con un design identico alla prima la terza. In tutti e tre i casi, calzoncini e calzettoni completano il kit con il colore principale.

Belgium - Home, away & third 01

Girone H – Algeria

Ultima rappresentante del continente nero, l’Algeria.

Lo schema colori delle due divise riprende fedelmente il bianco ed il verde della bandiera nazionale. Più precisamente, bianca con bordini verde chiaro quella da casa, verde con bordini bianchi quella da trasferta.

Girone H – Russia

Interessanti le scelte della Russia, vestita adidas, che ha optato per un inedito completo rosso scuro per il kit casalingo.

Mentre per il kit da trasferta ha scelto il colpo ad effetto, posizionando all’altezza del petto un disegno che vuole ricordare lo skyline del pianeta terra visto dallo spazio. Il resto del kit è bianco, con inserti celesti.

Russia - Away 01

Russia - Home 01

Girone H – Sud Corea

Chiude la rassegna la Corea del Sud, nazionale vestita Nike e giunta alla sua ottava partecipazione consecutiva.

Soprannominati Reds, i giocatori coreani non potranno che presentarsi con una maglia rossa, decorata da due fasce blu tra busto e maniche, e a cui fanno da corredo pantaloncini blu e calzettoni rossi. Il colletto, manco a dirlo, è alla coreana.

Tradizionalmente bianco il secondo kit, che mantiene le due fasce colorate, questa volta una rossa ed una blu, ed il taglio del colletto. Bianchi anche i pantaloncini e le calze.

Korea - Away 01

Korea - Home 01

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento