Paperboy: le bottiglie di vino riciclabili

La società di vendita, marcketing e produzione di vino Truett-Hurst  ha recentemente concluso un accordo per produrre bottiglie di cartone con Ecologic Brands per il marchio PaperBoy. Un modo intelligente e pratico per ridurre costi e l’inquinamento, ma anche un progetto eco-friendly che passa attraverso lo studio di un design attento e curato.

Il “PaperBoy Wine” ha la forma di normale bottiglia di Bordeaux caratterizzata però da una fodera di plastica  che la rende notevolmente più leggera e con un impatto ambientale molto minore rispetto ad una normale bottiglia di vetro. All’esterno è composta da carta compressa riciclata, stampata con inchiostri naturali tutti ovviamente riciclabili. Il concept è stato pensato dal designer Kevin Shaw (Stranger & Stranger) che ha coniato il marchio e ideato il graphic design del brand, che include, al centro della bottiglia, un personaggio in stile cartoon degli anni ’20, che rimanda appunto al “paper boy” il tipico strillone che vendeva i giornali agli angoli delle strade (quando le edicole ancora non dominavano il mondo)

Qui di seguito la consueta galleria fotografica

PaperBoy 1

PaperBoy 2

PaperBoy 3

PaperBoy 4

PaperBoy 5

PaperBoy 6

 

Ilaria Mencarelli

Ilaria Mencarelli

Classe 1988, marchigiana d’origine e milanese d'adozione, insegue da qualche anno la laurea specialistica in Scienze della Terra a Milano, che la porterà ad essere geologa a tutti gli effetti. Dal 2013 decide che vuole di più e incomincia a scrivere: prima raccontini liberi sul suo blog, poi articoli e recensioni. Ama tutto ciò che è arte e ha un debole per i fumetti.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento