Bande Dessinée d’Angoulême 2014

Si è conclusa da poco la 41° edizione del FIDB d’Angoulême, una delle più importanti manifestazioni sul fumetto a livello internazionale.

Per quattro giorni i fumetti invadono completamente la città: le vetrine dei negozi sono decorate a tema, i nomi delle vie hanno targhe a forma di balloon, immagini tratte dai classici della BD ricoprono per intero pullman, cassette della posta e cassonetti per tutte le vie del centro.
Passeggiando per la città, seguendo il circuito dei Murs Peints si possono ammirare intere facciate di case e edifici ricoperte da meravigliosi dipinti raffiguranti opere di Yslaire, Zep, Franquin, Shuiten, Juillard, Boucq e molti altri.

Imponenti strutture occupano le principali piazze del centro storico: in Place du Champ de Mars troviamo il Monde des Bulles, padiglione delle grandi case editrici, dal catalogo ogni anno più vasto, fornite di tutte le ultimissime novità e con un gran numero di autori presenti a dedicare.

Proseguendo per la strada principale, Rue Hergé, nei pressi dell’Hotel de Ville, l’antico castello sede del municipio, è situato il padiglione Le Nouveau Monde, dove è possibile scoprire tutta la BD alternativa e indipendente.

Tra i tanti spazi della fiera, quello che si avvicina di più ai festival italiani è l’Espace Para-BD, dove si possono acquistare affiches, poster, action figures, statue e tutti i prodotti derivati dal mondo della BD, ma anche volumi da collezione e vecchie edizioni.

Lo spazio Espace Para-BD al FIBD D'Angouleme 2014

Altra caratteristica del FIDB sono le mostre, dagli allestimenti sempre scenografici e d’impatto. Willem, autore di fumetti, vignettista e cronista, disegnatore storico del quotidiano Liberation, in quanto vincitore del Grand Prix de la ville d’Angoulême nel 2013, è diventato parte attiva nell’organizzazione di questa edizione del Festival (realizzandone anche l’affiche), ed era presente con una ricca esposizione di oltre 150 originali.

Al Vaisseau Moebius è stata allestita la mostra Tardi et la Grande Guerre, esposizione che segna l’inizio delle commemorazioni per il centenario della grande guerra e che raccoglie tavole originali, illustrazioni e studi, selezionati da “Putain de Guerre”, “C’etait la guerre des tranchées” e dal libro-disco “Des Lendemains qui saignent”.

Foto della mostra Tardi et la Grande Guerre al FIBD D'Angouleme 2014

Poco distante dal Vaisseau Moebius, una ex cartiera restaurata e trasformata ne la Citè de la BD (sede del museo del fumetto), ospita l’esposizione Nocturnes – le reve dans la bande dessinée. La mostra costituita dalle tavole di oltre 70 autori (tra cui Windsor McCay, Crepax, Schuiten, Franquin e molti altri) immerge i visitatori in un’atmosfera onirica attraverso una passeggiata tra letti di ogni forma che sembra debbano prendere vita da un momento all’altro.

Un’altra grande esposizione è Du Transperenceneige à Snowpiercer, che ripercorre il lavoro del disegnatore Jean-Marc Rochette, dalla pubblicazione di “Transperenceneige” a episodi sulla rivista à Suivre, fino ai dipinti realizzati appositamente per alcune riprese del film di Bong Joon-Ho, “Snowpiercer”.

Queste e molte altre mostre e appuntamenti rendono i quattro giorni appena sufficienti per riuscire a visitare tutto… e se ancora non fosse abbastanza, il festival prosegue anche la sera al Théâtre d’Angoulême, con i Concerts de Dessins, dove musica e disegno si fondono ed è possibile ammirare sul palco grandi autori disegnare in diretta accompagnati da musica dal vivo, offrendo uno spettacolo davvero unico e suggestivo.

Di seguito, prima della gallery completa, 3 vignette che ho realizzato come reportage da questo magnifico viaggio.

Reportage Dessinée del FIBD D'Angouleme 2014

Reportage Dessinée del FIBD D'Angouleme 2014

Reportage Dessinée del FIBD D'Angouleme 2014

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento