Breaking News

Alla scoperta dell’email marketing

Ci sono domande che soprattutto in ambito tecnologico mi pongo quasi quotidianamente. Una di queste domande, mi rimbalza in testa ogni volta che apro e scarico la posta. Che senso ha in questo momento storico fare/mandare mail pubblicitarie o di marketing? E’ ancora utile o quasi tutti lo considerano spam? Nel 2014, in un mondo dominato dai social (Facebook su tutti), serve ancora ed efficace usare il mail marketing?

Sono domande che tutti si pongono ogni mattina no?

OK! lo ammetto sono un po’ strano io, mi vengono in mente domande strane quando mi trovo a fare azioni meccaniche come scaricare la posta. Mi chiedo ad esempio a cosa servirà lasciare la propria mail ogni volta che ci iscriviamo ad un sito o lasciamo i nostri dati? Davvero c’è chi usa ancora le newsletter invece che i gruppi o le pagine su Facebook?

Sono domande che tutti si pongono ogni mattina no?

OK! lo ammetto, sono (quasi) ossessionato dal mondo tecnologico pubblicitario, Mi piace cercare di capire e conoscere i flussi pubblicitari fuori da quelli televisivi che ben sappiamo. Come e quando funziona un sito aziendale? come ci si arriva? come ci si informa sulle offerte ecc.?

E così mi ritrovo a scoprire che, stando però ai dati pubblicati di recente da MailUp, la piattaforma italiana che permette la creazione e gestione di campagne newsletter, SMS  e Social, il 2013 (malgrado quello che penso io) è stato un anno decisamente molto buono per l’email marketing e da quanto mi dicono il 2014 appena iniziato sarà altrettanto promettente.

Dalla questi dati infatti emerge che l’email informativa gode davvero di un’ottima salute. Se infatti ci andiamo a leggere i dati pubblicati dall’Osservatorio Statistiche 2013 (guarda il PDF completo) si capisce che la mail è ancora oggi uno strumento di comunicazione e marketing davvero efficace (lo dicevo io che non ci capisco niente…), come appunto ci spiega l’infografica qui di seguito (OK! amo le infografiche).

Infografica-def-2

Infatti come sostengo anche io da tempo, le persone normali preferiscono di gran lunga una mail a carattere informativo rispetto a quella meramente promozionale, se non altro perché incuriositi dall’offerta clickano maggiormente sul link promo. Inutile dire che il background culturale, le differenze sociali (non social) e ambientali (differenti reazione tra stato e stato) fanno il resto. A tutto questo va aggiunto il lato social di tutta la faccenda, E sono ancora qui a chiedermi se serve pubblicare una newsletter nel proprio social network (es. Facebook)? A quanto apre anche qui le cose sembrano andare per il verso giusto, la newsletter nel proprio gruppo Facebook funziona alla grande! Forse siamo assuefatti talmente tanto alla pubblicità e al marketing da non rendercene conto, ma anche nel caso dei social network una campagna ben fatta può portare davvero grossi benefici alle aziende interessate.

Calcolando inoltre che sempre più utenti leggono la posta da smartphone e tablet, è diventato molto più semplice targettizzare e geolocalizzare l’offerta, evitando inoltre lo spam fastidioso e deleterio, sia per l’utente finale che per chi si propone sul mercato.

Adesso sono davvero soddisfatto, posso tranquillamente andare a scaricare la mia posta alla ricerca di qualche mail marketing! 🙂

Per chi volesse invece saperne di più e scaricare l’Ebook, basta cliccare su download e ottenere l’Osservatorio Statistico 2013 sull’Email Marketing.

 

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2098 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento