Urban Soul: quando la fotografia è impegno

Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate.

Diane Arbus

Avete presente improbabili scatti fotografici fatti da improbabili fotografi in improbabili location? Ragazze spiaggiate nelle ferrovie che sembrano appena scampate da una retata della Buoncostume; abuso di filtri e Photoshop; foto ammiccanti fatte davanti allo specchio del bagno; Converse; fiori nei prati; maccarons… Ecco nel web (sopratutto negli ultimi tempi) si può trovare un po’ di tutto questo, poi c’è la fotografia, quella vera.

Oggi vogliamo presentarvi tre talenti (ed un progetto) da tenere d’occhio: Alessio Cambiotti, Matteo Spiga e Alice Felloni che insieme hanno dato vita al progetto Urban Soul dove fotografia e visual si fondono creando ottime fotografie.

Perché se è vero che tutti possiamo scattare delle foto è altrettanto vero che non tutti possiamo definirci fotografi. Qui non parliamo di ‘selfie’ o foto delle vacanze, ma di impegno, passione e dedizione. Ore passate a cercare il posto giusto, la luce giusta, il giusto soggetto.

I risultati sono notevoli, i ragazzi di Urban Soul riescono a trovare la bellezza anche dove ad occhio nudo ti pare non possa esserci (come ad un’affollata fermata del tram o nel sottopassaggio di Viale Marconi). Un progetto (e tre ragazzi) assolutamente da seguire, ovviamente più delle parole parlano gli scatti.

Enjoy.

 

1375686_605560676153766_656661597_n-585x368

 

 

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento