Breaking News

Playing the game – Milano 2013

Sulla scia del successo dell’edizione 2012, sabato 26 e domenica 27 Ottobre Milano ospita per la seconda edizione Playing the game, manifestazione pubblica e gratuita dedicata al dialogo tra videogiochi indipendenti e altre forme culturali come arte, musica e design. L’evento, che ha come tema “Videogiochi indipendenti in dialogo con arti e culture”, avrà come protagonisti i progetti Bosch Art Game, Brush Chronicles e Will Love Tear Us Apart, liberamente proposti al pubblico mediante postazioni di gioco e presentati dagli stessi sviluppatori durante il programma.

La vittoria del Bosch Art Game, concorso internazionale di videogiochi ispirati all’immaginario del pittore olandese Jheronimus Bosch, popolato da grottesche figure e angosciose allegorie, quest’anno è stato assegnato l’11 Ottobre a Cave!Cave! Deus Videt! di We Are Müesli di Milano. Per l’occasione il videogioco vincitore verrà sviluppato e, durante la manifestazione, sarà possibile testare il suo prototipo insieme a quelli degli altri finalisti. A presenziare vi sarà Iris Peters, la coordinatrice di Bosch Art Game.

Brush Chronicles, è il primo progetto ideato da Wannabe-Studios giovane gruppo di sviluppatori indipendenti nato nel 2012, ha creato un videogioco ambientato all’interno delle più famose opere pittoriche della storia dell’arte e rivolto ad un pubblico di giovanissimi. La prima tappa di questo prodotto “edutainment”, in mostra all’evento, è la trasposizione in ambiente tridimensionale interattivo de La persistenza della memoria di Salvador Dalì.

Will Love Tear Us Apart è un videogioco pubblicato nel 2013, anch’esso usufruibile durante la manifestazione, basato sul famoso brano della band new wave inglese Joy Division ad opera dello studio indipendente maltese Mighty Box Games. Il progetto, che ha ottenuto notevole attenzione sia dalle principali testate musicali sia dai blog videoludici mondiali, verrà illustrato dettagliatamente da Costantino Oliva in qualità di Project Manager di Mighty Box Games.

La manifestazione offrirà inoltre la possibilità di provare in esclusiva altri “art game” come il video mapping interattivo Demons’ Revenge, realizzato dallo studio iberico Espada Y Santacruz e videoproiettato su trittico dipinto.

Saranno inoltre proposti da Game:Art:Gallery una serie di elaborati artistici, dal quadro all’installazione interattiva, realizzati mediante una molteplicità di tecniche materiali e tributo alle quattordici acquisizioni del MOMA. Sono opere autoriali dei game artist Samuele ArcangioliMassimo GiuntoliMarco MendeniGabriella ParisiLuca RoncellaFilippo Scaboro Streamcolors (Giacomo Giannella). A tali opere GameSearch.it affiancherà una selezione significativa di video games appartenenti al recente passato, liberamente fruibili da parte del pubblico.

Tra gli ospiti saranno presenti: Luca Papale (autore del libro Estetica dei videogiochi. Percorsi, evoluzioni, ibridazioni), Andrea Chirichelli (Players Magazine), Emanuele Cabrini (GameSearch.it), Michele Caletti (sviluppatore di Milestone), che presenterà il nuovo gioco The Waste Land, OVOSONICO, che mostrerà gli art work originali di Murasaki Baby, e Flavio Scutti e Tonylight (Antonio Cavadini), che produrranno Micromusic ispirata al mondo dei videogiochi.

 

 

Play the game | Santeria | Via Ettore Paladini 8 | Milano
http://www.playing.vg/

Ingresso gratuito

Ilaria Mencarelli
Informazioni su Ilaria Mencarelli (401 Articoli)
Classe 1988, marchigiana d’origine e milanese d'adozione, insegue da qualche anno la laurea specialistica in Scienze della Terra a Milano, che la porterà ad essere geologa a tutti gli effetti. Dal 2013 decide che vuole di più e incomincia a scrivere: prima raccontini liberi sul suo blog, poi articoli e recensioni. Ama tutto ciò che è arte e ha un debole per i fumetti.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento