Breaking News

Il “caso” BreakoutGym e il misterioso Dr. Kurz

La scorsa settimana, mi arrivano a casa due lettere. La prima, in un elegante carta velina gialla, era una lettera pubblicitario/promozionale di una palestra, la “Breakout Gym” in cui si pubblicizzava della nascita di questa nuova struttura e mi veniva regalata adirittura una tessera annuale. Chi mi conosce sa benissimo che non sono un frequentatore di palestre e quindi ho archiviato il tutto come “spam“. Il giorno seguente però un corriere SDA mi porta in dono un pacco contenente un borsone sportivo dell’omonima palestra.

 

A questo punto cominciano i sospetti, non capisco più se mi stanno prendendo in giro (tu che vai sempre in giro a mangiare, è ora di andare in palestra), se è uno scherzo di qualche amico buontempone (tu che vai sempre in giro a mangiare, è ora di andare in palestra) oppure se c’è davvero qualche pazzo che si è sicuro di riuscire a convincermi ad andare in palestra.

Incuriosito dalla vicenda ho cercato di capire meglio di cosa si trattava, in rete (tra sito e facebook) ho trovato informazioni che non mi hanno fatto dormire sonni tranquilli. Molti amici erano stati anche loro oggetto di spedizioni di borse e lettere con tessera, ma sopratutto, ho trovato dei messaggi davvero inquietanti. Posso io andare in una palestra che prometto calci in culo a tutti? Non scherziamo dai. Ho preso la mail e da bravo blogger ho chiesto di poter intervistare il Dottor Kurz, proprietario delle strutture.

Ho aspettato per ben 5 giorni prima di ricevere una risposta, ma ne è valsa la pena, da quella mail è uscito fuori il contatto necessario per intervistare direttamente il fondatore e Presidente della “Breakout Gym” il Dr. Kurz alla quale per via telefonica sono riuscito a fare questa intervista, dove si parla della rete, del proprio potenziale e del perchè hanno deciso di aprire in Italia le loro palestre.

Buona lettura!

– Imbattendosi nel sito della sua azienda penso che venga immediatamente spontaneo chiedersi: ma è vero o si tratta di una bufala? Nel sito si parla di Breakout come di un’azienda attiva da molti anni ma online non si trovano informazioni.

Esatto, Breakout è viva e attiva dal 2001. Molti si lasciano ingannare dalla presunta assenza di informazioni online senza rendersi conto che la rete ha un florido mondo underground. Fino a un mese fa per raggiungerci era necessario accedere alla rete Tor, ora, in concomitanza con il lancio dei nostri Centri sul territorio italiano, abbiamo deciso di «uscire allo scoperto». È giusto che tutti vengano resi partecipi della nostra Missione.

– Si legge che siete specializzati in  «forniture e servizi per Individui con Potenziale». Può essere più preciso?

Viviamo in una società nella quale i «buoni sentimenti» vengono imposti come prima regola di convivenza. Ma chi ha deciso che il mio benessere debba derivare dal rispetto del prossimo? Quelli che come me sono stanchi di vivere nel rispetto di ridicole leggi morali, che non ne possono più di reprimersi perché «così si fa in una società civile», ecco, quelli sono Individui con Potenziale.
E la Breakout si fa in quattro per dar loro tutto ciò che serve per essere finalmente liberi. Dall’assistenza fisica a quella psicologica e materiale.


– Come mai la scelta dell’Italia come nuovo mercato?

Il vostro Paese è stato scelto a seguito di un’accurata analisi della legislazione vigente, della storia geopolitica e del benessere sociale. È un mercato ricco di potenzialità totalmente inespresse.
Ammetto che approdare in nuovi scenari non è facile, ma non saranno un paio di ingiunzioni a fermare il progresso.

– Cosa ci si deve aspettare quindi entrando in uno dei vostri Centri?

Un’attenzione totale ai nostri graditi ospiti. Gli addetti Breakout sono selezionati accuratamente e si occupano di accompagnare i clienti in un percorso di valorizzazione non solo fisica, ma anche mentale.
Per quanto riguarda il fitness abbiamo apparecchiature all’avanguardia e, quando la natura arriva al suo limite, un gruppo di esperti in grado di consigliare il percorso chimico più adatto alle necessità.
La formazione mentale e corportamentale, invece, è assicurata dai nostri corsi, workshop e incontri. Posso dirti che, in esclusiva per l’Italia, partirà il corso di «Stimolazione della rabbia»: sono sicuro sarà un successo.

 

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2098 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento