Breaking News

Trenitalia analisi e restyling: una tesi

Quante volte ci siamo detti che l’Universita Italiana in fatto di grafica, design e creatività produce poco o nulla? Quante volte abbiamo visto gallerie Behance di studenti straniere “sbavando” e pensando, peccato che da noi non si lavorì così! Quella che vi proponiamo qui di seguito è una storia di eccezione, un caso, è la tesi di laurea (triennale) di Otto Climan, giovane ventiduenne (avete letto bene…22!) veneto che si è laureato in Design Industriale alla IUAV di Treviso.

Trenitalia: La storia del logo

Nel 2001 gli architetti Marco Negroni e Luca Monica si aggiudicano il mandato per il progetto di riqualificazione voluto dal Gruppo Ferrovie dello Stato, insieme alla collaborazione dello studio Vignelli Associates di NY, vero e proprio guru del packaging, graphics e publication design, architectural design.
Dopo più di 10 anni, il progetto originale ha cominciato a smagliarsi, dando origine ad una moltitudine di artefatti assolutamente incoerenti tra di loro e caratterizzati dalla totale assenza di progetto grafico atto a renderli facilmente fruibili dall’utente. Le attuali stazioni ferroviarie italiane presentano una segnaletica lacunosa, fallace e di difficile lettura; i biglietti sono costosi da produrre e complicati da decifrare per le persone con delle disabilità anche lievi.
La tesi
Questa piccola tesi vuole occuparsi di analizzare i punti deboli dell’attuale immagine delle Ferrovie dello Stato, cercando di proporre delle soluzioni intelligenti per ridare lustro alla compagnia e per dimostrare che è forte l’attenzione dedicata all’utente.
Un buon progetto grafico permetterà di orientarsi con facilità anche nella fretta di un cambio treno, senza perdere tempo, comprendendo le informazioni necessarie in quel momento e senza promisquità con il sistema di avvisi pubblicitari o di indicazione generica.
Ecco, adesso che sapete qualcosa di più sulla tesi realizzata da Otto Climan, siete pronti e preparati a comprendere quale mole di lavoro ci sia dietro questa “piccolo manuale di immagine coordinata” che ha realizzato in pratica per le Ferrovie dello Stato. Di tutto il lavoro svolto, la cosa che più ci ha colpito è stato il redesign del logo delle FS, un redesign che attraverso una soluzione semplice ma efficace, cioè quella di riuscire ad accorpare in un solo elemento la F e la S (che oggi risultano separatissime), ha messo in evidenza una criticità enorme, ma sopratutto ci ha fatto intuire ancora una volta che il design è semplicità. Pur mantenendo gli stessi colori e quasi la stessa idea di logotipo, Otto ha saputo realizzare un nuovo logo che al contempo da il senso esatto del cambiamento e del rinnovamento pur non essendo invasivo.
Proprio ripartendo dal logo, la tesi ci regala una immagine coordinata davvero notevole, cooerente, leggibile e assolutamente moderna. Purtroppo arriviamo anche alle dolenti note, malgrado questa tesi sia valsa allo studente un bel 110, nessun professore ha saputo segnalare questa eccellenza, forse per poco interesse, forse per una precisa volontà (potenziale concorrenza?) o forse semplicemente perchè nelle nostre Università ancora non esiste un vero contatto tra facoltà e aziende interessate ad assumere il meglio dei nostri studendi.
Sta di fatto che il ragazzo ha deciso di non proseguire oltre la triennale, si ferma qui tentando di entrare nel mondo del lavoro, proverà a Milano, a Londra o forse a Francoforte… non stupitevi quindi se fra qualche anno si parlerà di lui come un cervello in fuga.
Per i più curiosi (che già sento la domanda), Trenitalia non ha contatto Otto Climan malgrado lui stesso all’inizio della tesi li abbia cercati, ma questo non ci stupisce molto. Per una azienda come Trenitalia avvalorare la tesi di Climan sarebbe come ammettere che la propria immagine fa acqua da tutte le parti.

Qui di seguito trovate una galleria di alcune parti della tesi, se invece volete leggervela tutta, potete andare direttamente sul suo Issuu

Logo
restyling

Logo
restyling

 

Old tickets
analisys

New tickets
restyling

New tickets
blind people

New tickets
anti-counterfeiting

New tickets
pictograms

Typography
analisys

Typography
improvements

Old signals
analisys

New signals
restyling

Old signals
analisys

New signals
design

Wayfinding
analisys

Wayfinding
restyling

Wayfinding
design

Wayfinding
mounting

Wayfinding
horizontal signals

Wayfinding
totem

Totem
blind people

 

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2099 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento