Breaking News

Cory Schmitz: graphic designer

Poco tempo fa, parlando al telefono con un amico concordavamo su quanto poco coraggio estetico ci sia oggi nella grafica legata alla presentazione (cover, manifesti ecc.) dei videogames da parte di alcune aziende leader di settore.

L’industria dei videogames nel tempo è cresciuta enormente, è diventata uno dei colossi del mercato dell’intrattenimento con un fatturato annuo da diversi milioni di dollari. I giochi, i programmatori e le idee che ruotano attorno a questo mercato sono sempre più improntate verso il futuro e molto spesso lo precedono. Ma come mai allora si ha la netta impressione di una quasi totale mancanza di coraggio estetico in alcune presentazioni? sopratutto in alcuni modelli o teaser poster di presentazione?

Sicuramente è sbagliato generalizzare, ma è pur vero che a molte aziende spesso fa più comodo rimanere fedeli a se stessi che cambiare quel determinato look acquisito negli anni (problemi di sicurezza commerciale?). Prendiamo ad esempio un campione di incassi come Fifa Soccer, se non fosse per il numero che indica l’anno solare e per qualche top player (come dice adesso) sullo sfondo, avremmo sicuramente difficoltà a distinguerli (vedi foto qui sotto).

Non possiamo certo credere che non ci sia un grafico capace all’interno dell’Elettronic Arts in grado di realizzare una cover innovativa o esteticamente coraggiosa, capace magari di attirare con la novità, nuovi potenziali videogamer. Ma allora cosa blocca l’estro grafico creativo di questa potente industria? Probabilmente la consapevolezza di essere talmente forti e potenti da non aver bisogno di una grafica accattivamente ne tantomeno coraggiosa per acquisire nuovi utenti. Sicuramente una minimo di pigrizia mentale nel cercare di non cambiare quello che di fatto va già bene e vende.

Parliamo allora di Cory Schmitz

Con molta probabilità se tu che stai leggendo sei un hardcore gamer o un patito del genere questo nome dovrebbe dirti qualcosa, ma se sei un gamer occcasionale, un grafico, un designer o un appassionato poco attento, il nome di Cory Schmitz non dovrebbe dirti molto (se non nulla). Cory Schmitz è probabilmente uno di quei designer che nel realizzare grafica per il mondo dei videogames ci ha messo più coraggio, più creatività e più estro di una buona parte dei suoi colleghi. Cory Schmitz ha realizzato loghi, cover e teaser poster creando un immaginario costruito sull’attenzione verso la novità piuttosto che verso sul già visto. I suoi lavori spaziano in lungo e largo attraverso un mondo fatto di pixel e basta leggere le aziende per cui ha prestato la sua arte per capire che forse sta andando nella giusta direzione: Sony, PlayStation, Naughty Dog, Sucker Punch Productions, Amusement Magazine, The Verge, Polygon, Anamanaguchi,Microsoft, Xbox, Flying Coffin, Sasquatch! Music Festival, MoMA, Double Fine Productions.

Oggi freelancer di professione Schmitz sta lavorando a progetti diversi tra loro e non si occupa esclusivamente di videogames, ma sempre uniti da una passione comune, quella per la grafica (un tantino older) e per la storia dei videogames. Se guardi con attenzione i suoi lavori intuisci subito quanta cultura videoludica ci sia nel mondo creativo di Cory, quante vecchie cover di giochi deve aver vivisezionato con la fantastia per arrivare a creare poster come quello realizzato per Last of Us (ma è solo un esempio).

Ovviamente Cory Schmitz è solo uno dei possibili esempi di graphic designer che stanno (faticosamente?) cercando di innovare una parte dell’intrattenimento ludico, ma almeno è un inizio. Qui di seguito trovate una breve ma intensa galleria di alcune sue opere.

Per chi volesse saperne di più oltre che sul suo sito ufficiale potete anche cercare le sue cose sul suo Tumblr.

Buona visione.

 

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2098 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento