Breaking News

Street Food: la guida del Gambero Rosso

Chiunque sia minimante abbituato a viaggiare per il mondo, sa perfettamente che l’economia turistica alimentare gira tutta quanta intorno allo street food, il fish&chips di Londra, gli Hot Dog di New York ecc. (potremmo andare avanti per anni) e in Italia? Qual’è lo street food ideale? La pizza? il tramezzino? Il gelato?

Una domanda complessa che ha bisogno di una risposta complessa.
L’Italia (lo sanno tutti) è la nazione dove si mangia meglio nel mondo e sarebbe stato davvero limitante relegare alla sola pizza il titolo di piatto tipico da strada.
Per questo motivo probabilmente la prima edizione della guida allo street food del Gambero Rosso ha suscitato sin da subito tanto interesse, oltre 300 indirizzi suddivisi per regione che non possono che dimostrare ancora una volta quanta fantasia, bravura, prodotti genuini e molto gusto esprimiamo nel nostro paese.

Siamo quindi andati alla presentazione della Guida e alla premizione dei migliori cibi da strada (per quest’anno).

OK! Fine della presentazione seria, quello che vi sto per raccontare è la cronaca di un racconto di viaggio, lungo quasi tutta Italia, un viaggio che si è svolto sulla terrazza della Città del Gusto e che, senza mai muoverci di lì, ci ha permesso di realizzare un viaggio senza fine nel gusto grazie ai vincitori dei premi e ai loro prodotti. Per oltre tre ore abbiamo navigato dai trapizzini di Stefano Callegari agli arrosticini (spettacolari) dell’Osteria di Modestino/Tana del Lupo di Bivio Cupoli (PE), per non parlare dei folpetti de La Folperia di Max e Barbara dal Veneto passando per la pizza fritta de La Masardona, oppure potrei parlarvi per ore del lardo de l’Opificio del Gusto degli amici Valdostani che ci hanno persino dato riparo in un raro momento di tempesta tropicale romana. Potrei concludere con quello che è stato il momento più alto della pasticceria di strada, i cannoli sicialiani dell’Antica Focacceria San Francesco farciti con la ricotta più buona che io abbia mai mangiato.
Ma non posso chiudere questo viaggio nei sapori di strada senza una menzione particolare per quelli che sono stati i due premiati speciali: il Panino dell’anno e Street Food da Chef, al cuoco che ha rivisitato nel modo migliore un piatto tipico dello street food. Rispettivamente assegnati a Cristina Bowerman (Glass Hosteria) per il suo pastrami di lingua e a Valeria Piccini (Da Caino) per il tris di trippe e lampredotto.

Qui di seguito trovate alcune foto, l’elenco dei “campioni” e la galleria (raccolta da SeeJay) delle molte foto  scattate dai compagni di viaggio di una serata che è stata veramente speciale, penso quindi a Federico, Stefano, Roberta, Vissia, Annina, Daniele e la sempre grande Ilaria.

Un ultimo grazie va alla Ferrero, che con Estathe ha fatto da sponsor a questa guida e alla serata, di solito non si ringraziano gli sponsor perchè è un po’ chip e poco elegante, ma qui si parla di street food, di strada… e le regole della stada mi dicono che se qualcuno realizza una bella iniziativia come questa si dice grazie (e bravi).

 

I  campioni dello street food in Italia

VALLE D’AOSTA
Opificio del Gusto – Aosta (AO)

PIEMONTE
Io Mangio Gofri – Pinerolo (TO)

LIGURIA
Moltedo – Recco (GE)

LOMBARDIA
Mangiari di strada – Milano (MI)

VENETO
La Folperia di Max e Barbara – Padova (PD)

TRENTINO ALTO ADIGE
Walter & Michi’s Wurstelstand – Bolzano/Bozen (BZ)

FRIULI VENEZIA GIULIA
Buffet da Pepi – Trieste (TS)

EMILIA ROMAGNA
Lella – Rimini (RN)

TOSCANA
Tripperia da Marione – Firenze (FI)

MARCHE
Migliori – Ascoli Piceno (AP)

UMBRIA
Porchetta di Grutti di Natalizi – Gualdo Cattaneo (PG)

LAZIO
Mordi & Vai – Roma (RM)

ABRUZZO
La Tana del lupo – Farindola (PE)

MOLISE
Cala Sveva – Termoli (CB)

CAMPANIA
La Masardona – Napoli (NA)

PUGLIA
Antico Forno Santa Chiara – Altamura (BA)

BASILICATA
Bar Sottozero – Matera (MT)

CALABRIA
Pane e Vino – Crotone (KR)

SICILIA
Antica Focacceria San Francesco – Palermo (PA)

SARDEGNA
Gastronomia Paninoteca Loi – Nuoro (NU)

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2098 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento