Breaking News

Il Salone a Berlino e l’Italia “Vista da fuori”

Felix Bauer

Felix Bauer

I giorni del Salone del Mobile di Milano provocano negli italiani amanti del design e che vivono all’estero un po’ di nostalgia. A Berlino, in Germania, la libreria e spazio di progettazione grafica e design Raum Italic/Spazio Corsivo ha deciso di partecipare all’evento milanese interrogandosi sull’immagine del design italiano all’estero. L’ha fatto chiedendo a cinque grafici/illustratori di diverse nazionalità, che vivono e lavorano a Berlino, di rispondere alla domanda: “come appare il design italiano visto da fuori?”con un poster in formato A3.

I cinque grafici/illustratori conoscevano in parte lo scenario del design italiano e alcuni dei suoi rappresentati, ecco i loro poster:

Felix Bauer

Felix Bauer

Felix Bauer si è ispirato a Oliviero Toscani e si è interrogato sull’uso di immagini forti per le campagne pubblicitarie. “Bad Taste?” è una provocazione, una domanda rivolta direttamente al pubblico che deve giudicare se si tratti di qualcosa di cattivo gusto o meno. Anche se forse la domanda in questo caso appare retorica.

Cristóbal Schmal

Cristóbal Schmal

Cristóbal Schmal, illustratore cileno meglio conosciuto come Nomono, vede il design italiano come una buona combinazione dell’aspetto razionale e decorativo. Nel suo poster dalla forza geometrica ha cercato di ottenere un bilanciamento delle due qualità, inspirandosi ai designer italiani Achille e PierGiacomo Castiglioni.

Tiziana Jill Beck

Tiziana Jill Beck

Uomini inutili” di Tiziana Jill Beck è un omaggio a Bruno Munari, il re del paradosso, e alle sue “Macchine inutili”. Le Macchine inutili sono oggetti che non hanno alcun utilizzo pratico, oggetti mobili colorati da guardare nelle loro trasparenze, pezzi di arredamento che riproducono fenomeni naturali. Così gli uomini inutili, anche se si prestano a molteplici interpretazioni, rappresentano per l’artista delle persone che diventano volontariamente o involontariamente parte di un gioco.

Susanne Vetter

Susanne Vetter

L’illustratrice e graphic designer Susanne Vetter nel suo poster ha reso omaggio alle biciclette da corsa italiane. L’artista ha illustrato un modello delle biciclette anni Settanta in forma decostruita con la catena a fare da cornice, la parte essenziale di qualsiasi velocipide. Questo lavoro testimonia la passione dei berlinesi per le biciclette e il culto per quelle “vintage”, gli hipster farebbero di tutto per avere una Bianchi.

Eléonore Roedel

Eléonore Roedel

La francese Eléonore Roedel nel suo Italienisches Lebensgefühl (Lo stile di vita italiano) ha reso omaggio al cavatappi di Alessandro Mendini e allo stesso tempo ha rappresentato la predilezione degli italiani per il vino. Un’illustrazione scherzosa dallo stile dinamico, i colori vivaci, le linee chiare che non può che fare sorridere. Inoltre il tema della duplicità, della doppia funzione pratica ed estetica, è un tema caro al design italiano che l’artista ha messo perfettamente in evidenza.

Complessivamente una visione del design italiano che si basa su quello che è arrivato a Berlino, su grandi nomi ed epoche ormai passate, ma che può essere una buona base su cui far crescere nuove sperimentazioni. Forse per far conoscere l’attualità del design italiano all’estero ci si deve affidare ai giovani freelance in Italia che grazie al cloud working e alla rivoluzione digitale hanno la possibilità di lavorare in tutto il mondo senza la necessità di muoversi.

MilanoBerlin

Il Design “Visto da Fuori” è la prima tappa di un percorso che mira a delineare la nuova immagine dell’Italia all’estero: “Vista da fuori”. Un progetto ambizioso che intende  sostituire l’immagine tradizionale dell’Italia all’estero, quella del “buon cibo” e della “dolce vita” dei paesaggi incantevoli e poetici, con una più veritiera e attuale. È una ricerca in un’ottica che è quella del design e della grafica che non vuole avere un carattere oggettivo e che non cerca una risposta particolare, si accontenta di riportare i fatti e le opinioni, che alcune volte potranno essere superficiali e parziali o stereotipate.

Potete ammirare i poster di Il Design “Visto da Fuori” presso lo Spazio Corsivo a Berlino ancora per qualche giorno e anche acquistare le illustrazioni dei cinque grafici che hanno preso parte al progetto. Se, invece, siete in Italia potete trovare le illustrazioni a Milano presso “La cucina dei frigoriferi milanesi”, “un posto a Milano” e alla libreria “121+”.  Infine Barbara e Marco le menti che si celano dietro “Vista da Fuori” ci hanno rivelato che la prossima tappa saranno le vacanze, seguiremo anche questa con grande interesse.

Il Design Visto da fuori

 

Il Design Visto da fuori (2)

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento