Il lettering, le font e l’arte di Tommaso Guerra

Tommaso Guerra è un Artista. Basterebbe questa affermazione per spiegare chi è Tommaso Guerra, ma anche la definizione di Artista (mi raccomando la A maiuscola) potrebbe a volte risultare limitativa nel tempo. Se vi affidate al suo sito per provare a conoscerlo meglio, vi ritroverete spersi tra decine di lavori ad altissimo tasso creativo. Prendiamo ad esempio i suoi lavori di lettering (da qualche parte dobbiamo pur cominciare), realizzati con un’abilità manuale fuori dal comune, pareti, pavimenti, lavagne, gessetti, una profonda conoscenza delle font, del lettering e della loro costruzione, questo esempio e qualche foto vi potrebbero anche bastare per capire quanto talento ci sia nelle mani di questo ragazzo, ma sarebbe come sminuire un talento immenso e un lavoro a suo modo incredibile se si pensa alla molteplicità dei lavoro eseguiti. Tommaso Guerra è un artista molto apprezzato anche all’estero ed entra di diritti in quel filone di artisti come Dana Tanamachi o Bryan Patrick Todd (di cui abbiamo già parlato), capaci con le sole mani e qualche gessetto di realizzare fantastiche opere grafiche.

Ma Tommaso Guerra non vive dall’altra parte dell’oceano, vive e lavora (molto) a Roma, ne abbiamo approfittato per scambiare quattro chiacchiere con lui…

street art

Partiamo dalla cosa più evidente, come nasce la tua passione per le font e per il lettering?

La mia passione per le font nasce dal mio lavoro, per anni ho lavorato come designer pubblicitario e la conoscenza delle font e del lettering sono state il mio pane quotidiano, quando ho cominciato a lavorare a mano con il gesso ho esportato la mia passione li, ancora oggi devo molto all’informatica e per le grandi opere murarie realizzo prima un bozzetto digitale.

Che tipo di tecniche usi? Gesso o vinile?

Uso e prediligo il gesso, sia per le opere più piccole che per quelle più grendi, alla fine dell’opera utilizzo una normalissima lacca per capelli per fissare il gesso. Solitamente, quando si tratta di un’opera su pavimento non lo fisso, non so dirti se sia più o meno legale disegnare con i gessi a terra, ma per evitare storie lo lascio libero di autodistruggersi con il tempo. Ovviamente in quel caso sono le fotografie che faranno la differenza.

Anche se capisco lavori come quello realizzato da Alex Fowkes per la Sony, non sono per il vinile prespaziato e prestampato, mi piace lavorare a mano con i gessi, senza rete, pur apprezzando lo sforzo e l’abilità nel creare quel tipo di lavori preferisco che quel tipo di opere siano fatte a mano.

chalck lettering

A cosa stai lavorando adesso?

Dopo oltre tredici anni di agenzia pubblicitaria, con i suoi ritmi e i suoi clienti, tre settimane fa ho deciso di chiudere quel capitolo della mia vita e di dedicarmi solamente all’aspetto artistico. Non voglio ritrovarmi anziano e con il rimpianto di non averci provato. Sto crescendo molto come artista, dedico tutto il mio tempo alla ricerca artistica oltre che alla realizzazione di opere, credo sia un buon momento per l’arte e per questo tipo di lavori, sopratutto a Roma, dove c’è un bel fermento artistico.

Una scelta coraggiosa quella di abbandonare una (quasi) sicura carriera pubblicitaria per l’insicuro mondo dell’arte…

Si è vero, ma a volte ci si deve buttare, sentivo che era il momento giusto, i miei lavori sono abbastanza apprezzati, sia quelli di puro lettering sia le opere d’arte di cui mi sto occupando in questo periodo come il fiammifero gigante e il super galleggiante (che vedete in foto), alcune galleria mi hanno chiesto le opere e il lavoro in queste tre settimane della mia nuova vita sta procedendo piuttosto bene. Non mi lamento e ho una discreta fortuna, speriamo che duri.

tommaso guerra, street art

Qual’è il tuo rapporto con la rete?

Vengo dal mondo pubblicitario, conosco bene la rete, internet mi serve tantissimo per la mia tipologia di lavoro, mi piace informarmi, tenermi aggiornato sulle tendende, sulle nuove font, sugli artisti che stimo e rispetto e che mi sono d’ispirazione. Ma la rete mi serve anche per quando lavoro, quando devo scendere quello scalino di insicurezza che mi viene tutte le volte che devo iniziare a mettere le mani su una nuova opera, in quel caso mi affido al web, guardo la mia reference e capisco che non ho niente da temere e che il lavoro andrà bene. Inoltre la rete mi è servita tantissimo per farmi conoscere nel mondo, basta pensare al lavoro fatto a Toronto, non avrei mai potuto ricevere una simile commision se non ci fosse stato internet, possiamo tranquillamente dire che il web è il mio miglior agente.

 

La chiacchierata finisce di fatto qui, ma i suoi lavori di certo no, qui di seguito pubblichiamo una ricca galleria delle sue opere e un paio di filmati presi dal suo profilo youtube (che vi consiglio di vedere). Per ulteriori informazione potete sempre andarvi a perdere nel suo sito.

street art

chalk typofraphy

chalk typofraphy

chalk typofraphy

chalk typofraphy

chalk typofraphy

vesper

vesper

vesper

tommaso guerra, street art

tommaso guerra, street art

Opera con Giovanna Pistone per M.u.RO

art typography

art typography

art typography

tommaso guerra

tommaso guerra

art design

art design

opulentia

opulentia

opulentia

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento