La font del momento: Hipster Script

Il movimento hipster, i baffi a manubrio (tanto amati da Gud) e le biciclette sono ormai all’ordine del giorno, sono la moda del momento. Tutto questo movimento (se così vogliamo chiamarlo) non poteva non riflettersi anche nel mondo della grafica e così la font del momento non poteva che essere la Hipster Script Font.

La font realizzata da Ale Paul sta rapidamente spopolando sia in rete che fuori, si parla di centianaia di migliaia di download da diversi siti (coma ad esempio Myfonts) grazie al suo look decisamente anni cinquanta, per lei si sono stati fatti paragoni e accostamente grafici che l’hanno battezzata come l’Helvetica dei nostri giorni. Questa font nasce dalla volontà di creare uno script che possa unire con leggerezza il divario tra il manuale e digitale, tentando di rendere al meglio l’interazione tra le larghezze utilizzate, rimanendo fedeli alle sottigliezze del movimento della mano. Un ottimo lavoro fatto sulle legature, giocando con gli apostrofi e con gli spazi.

Aldilà della moda hipster, la font sta riscuotendo un incredibile successo tra la comunity grafica e sempre più spesso viene utilizzata per la più disparate occasioni, grazie proprio alla sua versatilità informale che la rende al contempo vintage, seria e di classe. Ale Paul (per chi non lo conoscesse) è l’ideatore e il creatore di questa font ma è anche tra i fondatori del progetto Sudtipos il primo collettivo di type foundry argentini.

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento