Breaking News

Le fotocamere digitali Sony

Sono cresciuto in una casa Nikon, in una specie di imprinting infantile dove ho sempre pensato che le macchine fotografiche potessero essere solo Nikon. Sin da piccolo ho creduto, pensato e sperato che da grande avrei messo i miei rullini in una macchina fotografica come quella di mio papà. Poi con il tempo sono diventato davvero grande e ho scoperto che esistevano altre aziende che potevano competere con il moloch che mi aveva cresciuto negli anni ’70.

Arriviamo a ieri, quando arriva una mail che mi propone di parlare su Bloggokin delle nuove fotocamere digitali Sony. Come sempre in questi casi, prima di scrivere qualcosa, cerco, mi informo, googlo e studio come si possa parlare di una fotocamera Sony senza urtare la suscettibilità di mio padre (che legge questo post) che potrebbe diseredarmi per molto meno. Le informazione raccolte mi fanno però venire l’acqualina in bocca e mi dicono che posso rischiare l’eredità, visto che (da nerd tecnologico quale sono) mi parli di un sistema di specchi meccanici che si spostano e che riescono a bloccare l’azione attraverso una raffica di scatti tale da far invidia alle reflex iperprofessionali. Qui si parla di obiettivi intercambiabili, capaci di registrare anche video full HD (con i rullini di una volta non era possibile papà :), qui si parla di un mirino elettronico con un display LCD dallo schermo cristallino e perfetto.

Leggo per bene le caratteristiche tecniche e mi fermo a riflettere un attimo. Adesso sono padre, ho un figlio di quattro anni ed è venuto il momento di creare il mio moloch famigliare, potrei (per far piacere al nonno) e portare avanti la tradizione di famiglia, oppure (quando sarà più grande) potrei parlare al mio piccolo erede delle Sony SLT e di come ho fatto a fargli delle stupende foto mentre correva come un pazzo sul prato o nei giardini pubblici, potrei fargli vedere i filmati (nella potenza dell’alta definizione) di quando usciva da scuola o di quando segnava i suoi primi gol sotto al garage.

Ecco lo sapevo. Nell’era del web e della posta elettronica mi basta una mail, una piccola semplice indicazione, per farmi scattare l’insana voglia di sorpassare le tradizioni di famiglia per il moderno, per l’ultimo grido tecnologico, per la novità più avanzata, quella che magari fra dieci anni sarà superata ma che oggi mi fa sperare che qualcuno me la regali al prossimo natale. Lo so che non si fa, sono tecnologicamente volubile e non si dovrebbe mai anteporre la moderna tecnologica alla tradizione di famiglia ma non so usare la forza e la tentazione è tanta.

Se poi ci aggiungiamo l’interessante infografica di Alessandro Ribaldo (molto carina) che ci spiega per benino di cosa stiamo parlando e qualche dettaglio tecnico davvero notevole, ecco che il suggerimento arrivato via mail sta rapidamente diventando una specie di assillante input mentale.

Per essere precisi precisi precisi e farvi venire l’acquolina in bocca anche a voi vi incollo qui sotto le caratteristiche tecniche delle quattro fotocamere digitali Sony. Per la cronaca io avrei scelto moooolto volentieri  l’A65, ma mi presto anche a scattare con altri modelli eh 🙂 (Natale è molto vicino) e voi?

Qui sotto trovate tutte le informazioni utili per farvi un idea ma se volete saperne di più, questo sito fa al caso vostro.

SLT-A37: compatta e potente

Scopri la libertà offerta dagli obiettivi intercambiabili e un controllo simile a quello di una reflex digitale in una fotocamera compatta da 16,1 megapixel effettivie la funzionalità di scatto continuo fino a 7 fotogrammi al secondo. Scopri la gamma SLT-A37

SLT-A57: rapidità di scatto

Passa a prestazioni raffinate e funzioni creative avanzate con 16,1 megapixel effettivi, gamma di sensibilità elevata e scatto continuo fino a 12 fotogrammi al secondo. Scopri la gamma SLT-A57

SLT-A65: immagini professionali

Scopri le prestazioni leader della categoria e il controllo creativo avanzato offerti da 24,3 megapixel effettivi, velocità fino a 10 fotogrammi al secondo e mirino elettronico OLED. Scopri la gamma SLT-A65

SLT-A77: controllo professionale

Per veri appassionati che non accettano compromessi, offre immagini di qualità professionale, massimo controllo creativo e maneggevolezza senza pari con 24,3 megapixel effettivi, messa a fuoco automatica a rilevamento di fase a 19 punti, riprese fino a 12 fotogrammi al secondo e mirino elettronico OLED, LCD inclinabile a 3 vie. Scopri la gamma SLT-A77


Articolo sponsorizzato

Paolo
Informazioni su Paolo "Ottokin" Campana (2099 Articoli)
Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento