Asso: il cortometraggio di Rrobe

E’ abbastanza strano e inusuale fare quattro chiacchiere con un amico per un lavoro che abbiamo fatto insieme e di cui mi sono occupato personalmente, curando la grafica e l’impaginazione. Molti di voi avranno già capito che sto parlando del volume Asso di Roberto Recchioni, edito dalla Nicola Pesce Editore in uscita alla prossima mostra del fumetto di Lucca.

Per promuovere al meglio il suo volume Rrobe ha realizzato e lanciato in rete un book trailer vero e proprio, ma che dopo averlo visto con attenzione pensiamo sia molto più giusto chiamarlo con il suo nome: cortometraggio. Il lavoro di Giovanni Bufalini, regista del corto, va nettamente aldilà delle più rosse aspettative, ci troviamo di fronte ad un piccolo gioiello cinematografico, con luci e fotografia degne di una serie tv ad alto budget. Per non farci mancare nulla abbiamo però voluto fare quattro domande (circa) alla rockstar del fumetto italiano, che casualmente è anche uno dei #5Blogger!

– Come nasce l’idea di fare un book trailer di Asso?

Da Giovanni Bufalini che me lo ha proposto

– Non è comune trovare un book trailer così ben girato per un volume a fumetti,
  sembra più uno spot per una serie TV ad alto budget… Dove è stato girato? in quanto tempo?

I booktrailer non mi piacciono. Con Giovanni, abbiamo deciso di girare un corto vero e proprio, con una sua piccola continuità narrativa. E’ stato girato a casa mia. un paio di giorni di progettazione, un giorno di girato, due giorni di montaggio e post

– Spesso i fumetti e le case editrici italiane vengono accusate di non saper promuovere le loro uscite,
  quanto pensi possa incidere un book trailer come questo nelle future vendite?

Non ne ho idea. Lo scoprirò con questa iniziativa. Spero che qualcosa faccia.

– La scelta di interpretare Asso (al di fuori del fumetto) verrà probabilmente preso come l’ennesimo tuo atto di protagonismo,  non credi che sarebbe stato più semplice e proficuo per la promozione farlo interpretare da un attore che prendesse il tuo posto?

Sì. Sarebbe stato più semplice. Ma anche meno onesto.

– Cosa si prova e come ti sei sentito nel vederti “dentro lo schermo” nei panni di te stesso?

E’ strano. Sono ansioso delle reazioni come un giovane esordiente.

– Pensi ci sarà un seguito a questo esperimento comunicativo oppure è solo un episodio?

Potrebbe esserci. L’idea ci sta frullando per la testa.

– Chi è il regista di questo Book Trailer e come nasce questa la collaborazione?

Giovanni Bufalini. Ci conosciamo da una vita. Lui prima faceva il fumettista. Questa è la prima occasione in cui siamo riusciti a collaborare davvero insieme. Ce ne saranno altre, in futuro.

L’intervista è finita. Credo non ci siamo molto altro da dire. Il volume è in uscita a giorni, è molto belllo e ben curato, un elegante cartonato con tanto di variant cover di quel talento di LRNZ (ops.. un altro dei #5Blogger) e sembrerebbe esagerato consigliarne l’acquisto, visto che io me ne sono occupato e l’autore è un amico. Quindi compratelo e basta.

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento