Treviso TCBF, i negozi le insegne e il tiramisù

Partenza, arrivo e insegne

Non sono mai stato a Treviso. Io e Mauro siamo gli unici del 5Blogger che non siamo mai stati a Treviso. Andrea ci è nato e cresciuto, Daniele è alla sua sesta (o settima) presenza, Roberto ci è stato una sola volta ma miracolosamente si ricorda ogni angolo e ogni vicolo di questa bella città veneta. Treviso, mi dicono i miei compani di viaggio e un po’ Bologna e un po’ Venezia e io mi lascio rapire (alle 8 di mattina) dalla luce, dalla brezza mattutina e dal caffè del Bar (Be Breizh), mi piace questa città.

Il viaggio è iniziato all’alba cercando di raggiungere l’aereoporto di Fiumicino entro le 6,30… ora dell’imbarco, voglio far presente che quando mi sono messo in auto alle 5 di mattina il termometro segnava 22 gradi e un tasso di umidità del 80%. Tropici.

20120928-020430.jpg

20120928-020442.jpg

Treviso ci accoglie bene, iniziamo con lentezza la visita alla bella mostra dei fumettisti della Nuova Zelanda, esposizione curata da Alberto “Vampiro71” Corradi, davvero molto interessante anche se si è dimenticato (per ora) di mettere il nome degli autori. Autori venuti apposta da un paese mooolto lontano per esporre qui e non a Romics (mi sembra giusto).

20120928-020513.jpg

La cosa che mi colpisce da subito di Treviso sono i negozi, le insegne, la grafica e il design rimasti legati ad un estetica anni 50/60 e leggermente rinnovata con accortezza estetica. Da questo punto di vista la città (per quello che abbiamo girato) offre spunti eccezionali, il neon la fa da padrone in questa città e anche se qualcuno si sforza di utilizzare potenti insegne moderne, l’estetica generale e l’impatto emotivo che mi offre è quello di una cittadina molto curata dal punto di vista comunicativo. Decido quindi di aprire una mini sezione “Treviso Insegna” (di cui vedete alcune foto qui di seguito).

20120928-020449.jpg

20120928-020455.jpg

20120928-020503.jpg

 

Il pranzo, le Beccherie e la signora Alba Tiramisù

Ogni storia, ogni ricetta, ogni piatto, ogni leggenda, ha i suoi padri e le sue madri, specie quando stiamo parlando di una ricetta storica e buonissima come il Tiramisù. Adesso, per spiegarvi in poche parole, vi devo dire che grazie al Gruppo Ristoratori Marca Trevigiana e al TCBF (Treviso Comic Book Festival) abbiamo pranzato in uno dei ristoranti più spettacolari e buoni in cui io (ma anche gli altri Blogger) abbiamo mai avuto la fortuna di mangiare: Le Beccherie.

Dovete sapere che alle Beccherie è nato il tiramisù, era il 1960 circa (forse 1962) e la signora Alba insieme al suo cuoco Roberto “Loly” Linguanotto ha creato uno dei dolci più famosi al mondo. Adesso potremo star qui per ore a parlare di chi, come, quando e perchè forse ha realizzato un dolce tipico tradizionale simile a quello che mangiamo noi oggi… forse è nato prima, forse no, forse il biscotto era più bagnato di caffè, forse no, ma alla fine la Signora Alba una “nonnina” (con affetto) di 81, ci ha prima raccontato per filo e per segno la sua invenzione e poi si messa lì con il figlio Carlo e ci hanno regalato la magia di un tiramisù fatto sotto i nostri occhi sognanti e golosi. Alba e il suo dolce, leggero come una nuvola ci hanno conquistato (per eventuali polemiche rivolgersi a Rrobe).

Dobbiamo molto a questa signora, gli dobbiamo l’idea di aver commercializzato il nome e di averlo fatto conoscere in tutto il mondo (come solo la pizza, il cappuccino e vespa hanno saputo fare), purtroppo per lei non ha avuto l’acume commerciale e la prontezza di riflessi di registrare il nome all’ufficio brevetti, altrimenti oggi sarebbe una delle donne più ricche e potenti del mondo (altro che Pompi).

Il pomeriggio e la sera si snodano tra una gita tra i vigneti centenari del prosecco e una cena in un’ottimo ristorante dalle ricette fuori dal comune e una cantautrice trevigiana davvero brava e simpatica…. ma questo è un altro post…

20120928-015942.jpg

20120928-020019.jpg

20120928-020028.jpg

;

20120928-020036.jpg

20120928-090318.jpg

20120928-090326.jpg

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento