ll design futuribile degli anni ’50

Ci sono alcuni oggetti che inevitabilmente diventano delle icone, a prescindere dalla data di nascita o dalla tipologia, probabilmente la cosa più evidente che le classifica come tali è quella strana smania di possesso che scatena il solo vederne un’immagine, è sicuramente il caso della Predicta. Questa TV è stata concepita dalla Philco a Philadelphia nel 1957 e come spesso succede per oggetti ultra innovativi, non è stata affatto un successo (se si escludono gli arredamenti anni ’50 della catena HolidayInn). A onor del vero va detto che non è stato solo per l’estetica decisamente originale, ma anche per una serie di sostanziali motivi: era in bianco e nero mentre negli USA le trasmissioni a colori sono state ufficializzate nel ‘54/’55, ma per contro alcune innovazioni tecnologiche che il tv set si portava dietro, ancora non sperimentate (con tanto di circuiti stampati) la rendevano difficilmente riparabile dai normali tecnici casalinghi. Non è un caso che il NSA e la marina americana avessero in quegli anni contattato la Philco per progettare un computer basato sulla loro tecnologia a transistor. La Predicta è ora prodotta dalla Telstar, con caratteristiche moderne (schermo a colori, attacchi multimediali, ecc.) e rappresenta ancora oggi un grandissimo e ricercato pezzo di design.

 

Per meglio capire a che punto il design dell’epoca fosse avanti con gli anni,  aggiungiamo uno spunto di riflessione: dello stesso anno, 1957, è la meravigliosa Ferrari testarossa 250, anch’essa decisamente innovativa nell’estetica sinuosa, ultra premiata e vincitrice di gare internazionali, molto venduta (nei limiti delle possibilità). Parliamo di oggetti di target decisamente diverso, la Predicta costava all’epoca quanto costa ora nel mercato usato (anche se oggi malfunzionante perché obsoleta), mentre la  la Ferrari tr 250 è stata battuta per 9 milioni di euro… e funziona.

 

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento