Street artist: Roa

Sempre più spesso ci siamo trovati qui a parlare di street art e del crescente movimento intorno ai suoi esponenti più illustri. Negli anni abbiamo parlato di Blu (qui in collaborazione con OsGemeos), Sten&Lex, C215, Eron, Br1, Banksy, Lino Banksy, Opiemme, Vhils, del festival di Grottaglie, del celebratissimo Obey e di tanti altri (sarebbe un elenco lunghissimo), l’ultimo in ordine di tempo è Roa.

Roa, è un artista belga che ha visto crescere la sua notorietà nel mondo dell’arte di strada grazie al meticoloso e straniante utilizzo di animali in bianco e nero nelle sue opere. Gli animali (molto spesso topi) sono l’elemento centrale della sua arte, sono bestie che si adattano ai muri dove vengono ritratti (quasi sempre in baicno e nero), che si schiacciano, si allungano, prendono vita e dimensione intorno alle pareti urbane della città dove vivono.

Le sue opere non sono certo concilianti o benevolenti, basti pensare alla sua ultima opera dipinta in una strada di Chicago (invitato dal Chicago Urban Art Society), dove ha realizzato un enorme topo quasi interattivo, infatti, a seconda della direzione della strada da cui arriviamo, la visuale dell’opera cambia radicalmente e il topo protagonista può essere o intero o diviso in due da un enorme morso (vedi foto qui sotto). Un idea diversa di opera d’arte di strada, che entra a far parte di diritto di quelo curioso mondo animale che sono le opere di Roa. Un artista di sicuro valore di cui sentiremo ancora parlare in futuro. Buona visione.

Riferimenti: Flickr e il suo Tumblr

 

Chicago

New York
Saragozza
Stoccolma
Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento