Obey a Copenhagen

Ormai parlare di Obey è diventato per gli appassionati di arte quasi uno sport nazionale, c’è sempre un buon motivo per tirare fuori l’argomento, stavolta la notizia non è la sua (bella) mostra europea a Copenhagen, bensì quello che gli ruota attorno, infatti intorno al celebre artista si stanno facendo sempre più forti le voci di contestazione, segno evidente di un successo ormai planetario.La prima contestazione parte dal titolo della mostra danese, “Your Ad Here” che letteralmente tradotto, sarebbe “la tua pubblicità qui“, in realtà questa frase è stata coniata da Skewville, artista poliedrico e in aperta contestazione con il suo collega americano a causa (forse) del suo essere troppo commerciale. Skewville realizza uno stencil usando il famoso logo di Obey (quello con la testa di Andrè the Giant) e aggiungendoci sotto la scritta “Your Ad Here”, la presa in giro (dissing) è di sicuro effetto e se ne comincia a parlare (vedere il blog di Vandal) a questo punto però Obey che fa? raccogliere il guanto di sfida, prende la frase e ci intitola, con un vero colpo di genio, la sua mostra, facendo diventare tutti gli stencil di Skewville dei veri e propri spot pubblicitari a suo favore.

Di tutt’altro genere invece è quella che ruota intorno ad una delle gigantesche opere realizzate in strada a Copenhagen dall’atista americano, l’opera ritrae una gigantesca colomba con alla base scritto peace, è stata vittima di alcuni colpi di spray e vernice blu, ed è stata taggata da tale Hipster con la scritta “NO PEACE! GO HOME YANKEE“. Non si conosce la reazione di Obey in merito ma questo tipo di messaggio, ma a noi, sembra molto più vicina ad una cosa tipo “guardate quanto sono fico che ho taggato Obey” piuttosto che ad una vera e propria espressione di contestazione  artistica come poteva essere invece quella di Skewville.

Ovviamente per tutti gli amanti dell’arte e di Obey la mostra rimane un vero e proprio gioiello da vedere, in parte murale (come testimoniano le belle foto realizzate da Henrik Haven) e in parte in galleria presso la V1Gallery e resterà aperta fino al prossimo 3 Settembre.

V1 Gallery
Flæsketorvet 69 – 71
1711 Copenhagen V
Denmark











via Arrested Motion

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento