8 Faces

E’ uscito da pochi giorni il secondo numero della rivista/libro 8 Faces, probabilmente una delle più riviste tipografiche di settore, l’idea che è alla base del magazine è quella di avvicinare il mondo del design a quello tipografico attraverso l’esperienza di noti designer e contemporaneamente anche quello di creare qualcosa di unico che valga la pena stampare.
Anche se tutti i giorni si lavora con caratteri, testi ecc. non è comune avere il contatto diretto con la tipografia e sapere come verrà stampato quel lavoro, sapendo in che direzione stiamo andando probabilmente faremmo delle scelte diverse a livello grafico. Non è vero che si può stampare qualsiasi cosa in qualsiasi tipografia.
In ogni numero viene chiesto ad otto designer quale sia il proprio processo lavorativo e quali siano gli otto caratteri di cui assolutamente non potrebbero fare a meno. 
Nel primo numero erano presenti Erik Speikermann, Jessica Hische, Ian Coyle, Jason Santa Maria, Jos Buivenga, Jon Tan, Bruce Willen, e Nolen Strais, mentre in questo secondo numero i designer interpellati sono:
Martin Majoor (designer delle font FF Scala, Telefont, FF Seria,e  FF Nexus), Ale Paul (Founder of Argentinian foundry Sudtipos), Stephen Coles (Editor di Typographica e former director of type al FontShop), Tim Brown (creatore di Nice Web Type e type manager al Typekit), Nick Sherman (formerly di MyFonts, sta attualmente lavorando presso il Font Bureau and consulting per The Cooper Union), Rich Rutter (co-founder di Fontdeck e Clearleft), Veronika Burian, per  José Scaglione?di Type Toghether.
Il libro rivista è stampato in edizione limitata e non è propriamente semplice trovarne una copia. Buona fortuna per tutti gli acquirenti (in vendita qui)
  
 
Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento