Roma in un’immagine

Il Comune di Roma, ha indetto un ricco concorso per la creazione di un nuovo marchio della città, attualmente il Comune stesso ha una sua identità molto precisa e ben identificata, creata da InArea nel 2004.

Come sottolinea SDZ (sempre molto attento a questi temi), il tema è obbligato; il nuovo brand dovrà riferirsi in maniera esclusiva alla Lupa Capitolina e contenere la parola Roma. Viene dunque da chiedersi a cosa serva tutto questo se si dà per scontato che la Lupa Capitolina è, da sempre, il simbolo indiscusso della capitale e che verrà usata la parola ‘Roma‘ per definire Roma stessa.
Crediamo, solo per fare un esempio, che sarà difficile per i progettisti, prescindere dai colori giallorossi dello stemma cittadino o da un font che non richiami il lapidario romano della colonna traiana (Trajan?)
.

Aggiungiamoci anche che non si parla di immagine coordinata della città ma solo di un marchio, che non si sa bene a cosa serva o servirà, ne come verrà utilizzato (semmai lo sarà). L’impressione che ne rimane è che si voglia in qualche modo sminuire parte dell’ottimo lavoro fatto dalle precedenti giunte e dallo studio di Mario Romano (InArea) e che in qualche misura si voglia rimuovere o deviare, anche sul piano comunicativo e simbolico, quell’esperienza.

Staremo a vedere i risultati

Qui di seguito l’interessante conferenza di Mario Romano sul Caso Roma tenuta durante Più Design Può svoltasi a Palazzo Medici Riccardi il 22 e il 23 maggio scorso.

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento