Magic Italy (2) Dieci domande a Silvio berlusconi

Riporto qui una parte parte dell’articolo dell’AIAP (associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva) perchè credo fermamente che non si possa davvero presentare una nazione come la nostra e provare a risollvarci dalla crisi con un logo come quello di MAGIC ITALY.

Invito chiunque possegga un blog, un sito o un account Facebook a pubblicare le dieci domande a Berlusconi lanciate dall’AIAP e riprse qui sotto.

La notizia battuta dalle agenzie è tanto concisa quanto sconcertante: “Ospite di ‘Matrix’, Silvio Berlusconi torna a parlare della vicenda dei voli di Stato e coglie l’occasione per precisare ancora una volta che ogni viaggio è a costo zero e non ha mai gravato sulle casse pubbliche. In particolare rivela che alcune volte ha portato con sé alcuni esperti grafici, perché ha in mente un nuovo marchio [del made in Italy]: “Ho proposto anche uno slogan per l’occasione: Magic Italy.”

Silvio Berlusconi ha da sempre dimostrato di essere un maestro della comunicazione commerciale e politica. Non gli non è perciò certo sfuggita l’importanza che la grafica riveste in ogni progetto (memorabile in questo senso, una recente dedica vergata di suo pugno nel libro sul nuovo simbolo del Pdl: «Alla mia piccola Noemi, alla mia piccola grafica pubblicitaria dal suo papino putativo»). Forse però sono sfuggiti al Presidente del Consiglio i principi di trasparenza che dovrebbero ispirare le amministrazioni pubbliche in casi come questo.

Per evitare di doversi trovare nella spiacevole situazione di critici a cose fatte, poniamo al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi Dieci domande preventive su come sia stato organizzato il progetto per la realizzaione del brand turistico italiano a cui speriamo, a differenza di altre questioni, ci dia risposta in tempi brevi.

Dieci domanda a Silvio Berlusconi

1. Da chi è composto il team di grafici che l’hanno accompagnata nei voli di stato per lavorare al nuovo marchio per il Made in Italy?

2. A che titolo sono stati selezionati?

3. Ha già avuto modo in passato di avvalersi, a qualunque titolo, della collaborazione di questi grafici? Per quali lavori?

4. Qual’è il compenso totale riconosciuto loro?

5. Oltre a Lei e al team grafico chi altri, e a che titolo, partecipa alla definizione di questo progetto?

6. Chi ha redatto il brief su cui il team ha lavorato/sta lavorando?

7. Chi valuterà la corrispondenza qualitativa del risultato alle finalità richieste?

8. Che budget è stato messo a disposizione per questo progetto?

9. A quanti e quali ministeri e/o dipartimenti fa capo il suddetto progetto?

10. È stato richiesto un parere al Consiglio Nazionale del Design?

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento