la città del peccato

Prima o poi doveva succedere, ho approfittato del lungo week end per andare al cine, che al momento offre solamente un film che valga visivamente la pena di vedere: SIN CITY. Premessa, il film è l’esatta e fedelissima trasposizione del noto fumetto di Frank Miller, con questa premessa chiudo fin da subito qualsiasi polemicuzza.

Recensione:
il film merita per coraggio e narrazione visiva più di quanto sicuramente raccoglierà ai botteghini, poco importa, sfido chiunque a confrontare Sin City con qualsiasi altro film del momento, l’opera di Rodriguez/Miller sfiora la vera e propria opera d’Arte (notare la A maiuscola), il bianco e nero digitale perfetto e alcuni tocchi di colore messi al punto giusto rendono il film al di sopra di qualunque esperimento visivo. La narrazione del film segue esattamente i testi delle tre storie dalle quali è tratto il film, la lenta e cavernosa voce fuori campo sostituisce appieno le didascalie, ritmo lento e sincopato, dopo la prima mezz’ora sei già dentro la “città vecchia” e niente più ti meravoglia, insomma mi è piaciuto tantissimo e non vedo l’ora di una seconda visione, perchè sono sicuro che apprezzerò ancor di più.
Ho sentito invece più di qualcuno criticare le scene di violenza e dire che sono improbabili e che si vede che sono tratte da un fumetto, beh, siamo alle solite, se Tarantino in Kill Bill mozza le teste e fa uccidere centinaia di persone ad una sola, tutto ok,tutto va bene, è Tarantino, lo ha scritto Lui, Lui lo può fare, è credibile, ma se invece è tratto da un fumetto, allora “no è una cazzata, ma dai non può essere…” inoltre credo che non esista nulla al momento che veda la netta separazione di critica tra uomini e donne, non credo saranno tantissime le donne a cui piacerà.
Comunque è bello e ne vale la pena, il problema secondo me è a monte, cioè, non siamo più abbituati ad andare al cinema con gli occhi e la mente pronta ad una novità, ormai troppo assueffati e vedere le solite cose che una eventuale novità ci lascia spiazzati e senza alcun senso critico.

Comunque attendo numerosi commenti e critiche eventuali, voglio proprio vedere…

Paolo

Paolo "Ottokin" Campana

Paolo "Ottokin" Campana. Founder di Bloggokin. A volte grafico. A volte blogger. Giro, vedo gente, mangio cose.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento